Il pranzo è servito torna in tv nel 2021: il debutto dal 28 giugno su Rai 1

Flavio Insinna prende il posto di Corrado, Claudio Lippi e Davide Mengacci nel reboot dello storico quiz

3
187
Corrado, Vittorio Marsiglia e Cinzia Petrini a Il pranzo è servito
Corrado, Vittorio Marsiglia e Cinzia Petrini a Il pranzo è servito

Il pranzo è servito, lo storico quiz che ha scandito le mattine degli italiani negli anni Ottanta e Novanta, torna in televisione. La prima grande novità di questo reboot è il cambio di network. Nato nel 1982 su Canale 5 dalla collaborazione tra Corrado e Silvio Berlusconi, il programma passa a Rai 1, che lo lancia nell’estate del 2021 cambiando la fascia oraria.

Il pranzo è servito torna nel 2021 su Rai 1

Il blog di Davide Maggio rivela che da lunedì 28 giugno Il pranzo è servito va in onda alle ore 14 e non più nello slot di palinsesto del mezzogiorno. Il direttore di Rai 1, Stefano Coletta, ha deciso di affidare la conduzione a Flavio Insinna, già designato come erede di Fabrizio Frizzi a L’eredità.

La trasmissione è piazzata subito dopo il Tg1 delle 13:30 e prima delle repliche delle fiction estive programmate nel daytime, prima di passare la linea a La vita in diretta Estate. La versione estiva del contenitore sarà condotta da Roberta Capua e Gianluca Semprini, che prendono il posto di Andrea Delogu e Marcello Masi.

L’ultima puntata per Il pranzo è servito risale al 26 giugno 1993: all’epoca fu Davide Mengacci a condurre il quiz, traslocato dall’ammiraglia Mediaset a Rete 4. Ventott’anni dopo, Insinna è chiamato a raccogliere un’altra eredità pesante: quella di Corrado.

La formula non dovrebbe cambiare. L’obiettivo dei concorrenti è rispondere correttamente alle domande per completare il tabellone del pranzo con le cinque portate principali: primo, secondo, formaggio, dolce e frutta.

Un primo piano di Flavio Insinna
Flavio Insinna (foto: Instagram @flavioinsinna_ @danilodauriafoto)

Il pranzo è servito nel 2021: da Corrado a Flavio Insinna

Corrado, il “maggiordomo” Vittorio Marsiglia e la “valletta” Cinzia Petrini sono stati il cast fisso del programma nella seconda metà degli anni Ottanta. Prima di Marsiglia e Petrini c’era soltanto Linda Lorenzi ad affiancare il presentatore romano.

Il successo nel corso degli anni è stato clamoroso: Il pranzo è servito è stato un autentico fenomeno di costume. La trasmissione venne candidata per due volte al Telegatto e lo vinse nel 1991. Dall’anno successivo il quiz cambiò fascia oraria e nome, trasformandosi in La cena è servita.

Nello stesso periodo, a causa di un delicato intervento ai polmoni, Corrado fu costretto a lasciare la conduzione dopo ben 1932 puntate. Il pranzo è servito passò quindi a Claudio Lippi, reduce dall’esperienza di Giochi senza frontiere.

L’appuntamento con Il pranzo è servito 2.0 è per il 28 giugno. Se Insinna sarà all’altezza del ruolo lo scopriremo solo quest’estate. Fino ad oggi, l’unico che aveva apertamente manifestato la voglia di confrontarsi con un mostro sacro come Corrado era stato Fabio Fazio.

3 COMMENTS