Anche Antonio Banderas sostiene la Open Arms

Non solo ufficiali gentiluomini: dopo Richard Gere, infatti, anche il celebre divo Antonio Banderas si è esposto sulla polemica che riguarda l’Open Arms, la nave dell’organizzazione non governativa di Badalona la cui missione principale è salvare in mare le persone che cercano di raggiungere l’Europa.

Era lo scorso venerdì quando il celebre attore di Pretty Woman è stato avvistato a bordo dell’imbarcazione, che al momento trasporta 160 persone e si trova al largo di Lampedusa in una situazione di stallo da 10 giorni, con un rischio di tenuta praticamente quotidiana – a causa del decreto emanato dal nostro ministro dell’interno.

A quanto si legge dai media spagnoli Antonio Banderas, in occasione di una recente conferenza, ha giudicato la situazione un vero e proprio ‘orrore’ che ha “molto a che fare con quello che sta succedendo nel mondo” trovando – ad esempio – un legame anche con lo scenario politico americano dove – secondo le sue parole – “c’è un signore che vuole erigere un muro al confine con il Messico“.

Dello stesso avviso anche un altro divo hollywoodiano, Javier Bardem: «Faccio questo video – si vede sui social – per unirmi in maniera pubblica alla richiesta mossa da più parti al nostro presidente Pedro Sanchez che guidi come Spagna, paese di origine della Ong Open Arms, la distribuzione dei migranti a bordo nei diversi Paesi dell’Unione europea. Perché crediamo sia necessario che un Paese membro dell’Europa debba coordinare questo processo e riteniamo – dichiara – che la Spagna sia la più adatta, perché è il Paese di origine della Ong».

Le parole di Javier Bardem a supporto dell’Ong spagnola

Open Arms, secondo il protagonista di ‘Non è un paese per vecchi’ «sta facendo un lavoro straordinario e necessario per la dignità umana e per salvare la vita di persone che scappano da situazioni che noi non possiamo neanche immaginare, con l’unico obiettivo di dare un futuro ai propri figli e alle proprie famiglie. A loro va tutto il mio appoggio».

Loading...