Assenti, trombati ed esclusi eccellenti dai palinsesti Rai 2023-24

Da Drusilla Foer a Roberta Capua è lunga la lista degli assenti, e in alcuni casi c'è chi parla di "epurati"

Gli esclusi dai palinsesti Rai 2023-24 sono tanti, e alcuni nomi fanno davvero rumore. Senza considerare i dimissionari già annunciati come Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, Lucia Annunziata, Massimo Gramellini e Bianca Berlinguer, gli assenti e i trombati eccellenti non mancano. A cominciare da Flavio Insinna. L’attore, da cinque anni alla guida del quiz L’eredità nel preserale di Rai 1, dal 1° gennaio 2024 è costretto a lasciare il posto a Pino Insegno.

Tutti gli esclusi dai palinsesti Rai 2023-24

A Insinna resta davvero poco nei palinsesti Rai 2023-24. Dopo la parentesi estiva dei prime time di Techetechetè, lo vedremo nel film per la tv La stoccata vincente, il biopic ispirato alla storia vera dello schermidore Paolo Pizzo in onda domenica 17 settembre e in cui è protagonista con Alessio Vassallo ed Elena Funari.

Discorso diverso per Roberta Capua. La conduttrice, fuori da Estate in diretta dove accanto a Gianluca Semprini è arrivata Nunzia De Girolamo, era pronta ad ereditare lo spazio pomeridiano di Oggi è un altro giorno di Serena Bortone. I vertici della rete le hanno preferito Caterina Balivo, che dall’11 settembre condurrà la novità La volta buona. L’ex Miss Italia l’ha presa con filosofia, spiegando che quando “il progetto ha preso una piega differente” ha preferito prendersi una pausa e dare priorità alla famiglia.

Nel palinsesto di Rai 1 mancherà pure Giancarlo De Cataldo. Il magistrato e scrittore non tornerà nella seconda serata dell’ammiraglia con la seconda stagione di Cronache criminali, il suo appuntamento dedicato al true crime.

Tante le assenze e le mancate conferme su Rai 2. La più pesante è quella di Drusilla Foer, una scommessa (persa) di Stefano Coletta nello strombazzato preserale con Drusilla e l’almanacco del giorno dopo. Il programma è stato chiuso dalla rete dopo due stagioni e ascolti in picchiata. Lo stesso destino di Paolo Conticini e il suo flop Una scatola al giorno.

Ilaria D'Amico a Che c'è di nuovo
Ilaria D’Amico a Che c’è di nuovo (foto: RaiPlay)

Palinsesti Rai 2023-24: assenti e trombati

A proposito di flop, è stato roboante quello di Ilaria D’Amico. La giornalista ex Sky si era presentata come “un punto di riferimento dell’informazione” in casa Rai, ma il suo Che c’è di nuovo – l’ennesimo tentativo di riportare il talk d’approfondimento nella prima serata del giovedì – è stato un fallimento colossale, tanto da finire chiuso in anticipo da Rai 2.

Sulla seconda rete non tornerà nemmeno Nei tuoi panni con Mia Ceran: la conduttrice ha annunciato via social una pausa (più o meno lunga) dal lavoro per la nascita del suo secondo figlio, Lucio. C’è poi la questione Rocco Schiavone. Il poliziesco con Marco Giallini, odiatissimo dalla destra di governo, tornerà ma non quest’anno. La sesta stagione ci sarà, ha confermato Maria Pia Ammirati al Napolista. La direttrice di Rai Fiction ha annunciato che i nuovi episodi verranno sviluppati nel 2024 e quindi la messa in onda arriverà nel tardo 2024 o direttamente nel 2025.

Alla lista, infine, bisogna aggiungere Maurizio Mannoni, ma per un altro motivo: il giornalista, storico volto di Linea Notte del Tg3, è prossimo alla pensione.