I film al cinema dal 13 febbraio: cosa vedere e cosa no

Con San Valentino in arrivo spopola "Gli anni più belli" di Muccino, ma occhio alle alternative

Finito Sanremo e con San Valentino in vista, i film al cinema dal 13 febbraio diventano otto e raddoppiano rispetto alle uscite della precedente settimana. Il maggior numero di schermi spetta al ritorno alla regia di Gabriele Muccino, presentato proprio sul palco dell’Ariston durante il Festival, e alla commedia action che rilancia Sonic, il riccio blu dei videogame. Gli imperdibili settimana sono però due: il documentario Alla mia piccola Sama e il cinese Il lago delle oche selvatiche. Ecco trame, trailer e consigli su cosa vedere e cosa evitare.

Jim Carrey in Sonic e il cast de Gli anni più belli, due degli otto film al cinema dal 13 febbraio
Sonic e Gli anni più belli, due degli otto film al cinema dal 13 febbraio

Gli anni più belli
Muccino gira il suo C’eravamo tanto amati: l’amicizia di quattro 50enni (Favino, Ramazzotti, Rossi Stuart e Santamaria) raccontata nell’arco di quarant’anni, dal 1980 ad oggi. Nel mezzo, dalla caduta del Muro di Berlino all’avvento di Berlusconi, scorrono i tumulti dei sentimenti e dei rancori, le speranze e le delusioni, i successi e i fallimenti. Le musiche sono di Nicola Piovani, nel cast ci sono anche Emma Marrone e Nicoletta Romanoff. Se vi piace il cinema isterico e misogino di Muccino correte in sala, altrimenti evitate questo film come il coronavirus.

Sonic – Il film
Il velocissimo porcospino blu protagonista di un popolare videogioco degli anni ’90 torna al cinema. Aggiornato alle tecniche di CG odierne, la mascotte di Sega arriva sulla Terra per salvarla da una terribile minaccia: gli androidi dello spietato Dr. Robotnik (Jim Carrey), che vuole catturare Sonic per sfruttarne la super-energia e dominare il mondo. Il riccio si allea con lo sceriffo Tom (James Marsden) per scappare dalle grinfie dello scienziato pazzo. Solo per nostalgici dei Nineties e per bambini accompagnati dai genitori.

Fantasy Island
Ricordate Fantasilandia, il telefilm dei primi anni ’80 con Ricardo Montalbán e Hervé Villechaize che esaudivano i desideri degli ospiti su una paradisiaca isola-vacanze? Il produttore Jason Blum e il regista Jeff Wadlow hanno trasformato la serie in un’ambiziosa horror comedy. Stavolta tre donne e tre uomini arrivano nel resort tropicale, ma l’ambiguo Mr. Roarke (Michael Peña) trasforma i loro sogni in autentici incubi. Se si sta al gioco ci si diverte, ma l’esperimento non può dirsi proprio riuscito.

I film al cinema dal 13 febbraio 2020

Memorie di un assassino
Sull’onda dei quattro Oscar vinti da Parasite, Academy Two riporta al cinema il secondo lungometraggio di Bong Joon-ho, diretto dal regista sudcoreano nel 2003 e successo strepitoso in patria con oltre cinque milioni di spettatori. Un thriller mozzafiato da non perdere: la storia – basata su una vicenda realmente accaduta che si è risolta soltanto l’anno scorso! – prende le mosse da una serie di delitti avvenuta nella provincia di Gyeonggi tra il 1986 e il 1991. Due detective (Song Kang-ho e Kim Sang-kyung) sono chiamati ad indagare per scovare il serial killer: il colpo di scena finale vi lascerà di stucco.

Il lago delle oche selvatiche
Presentato in Concorso al Festival di Cannes 2019, questo noir liquido e malinconico racconta la storia di Zhou (Hu Ge), un criminale che esce di prigione e si ritrova subito catapultato in una faida tra gang. Dopo aver sparato a un agente, Zhou è ricercato dalla polizia e dai rapinatori rivali: l’unica che può salvarlo è Liu (Gwei Lun-mei), una prostituta mandata dalla sua banda ad aiutarlo e di cui è costretto a fidarsi. Il regista Diao Yinan, vincitore dell’Orso d’oro a Berlino con Fuochi d’artificio in pieno giorno, definisce questo suo thriller d’autore come “un film di Michelangelo Antonioni diretto da Sergio Leone”.

Alla mia piccola Sama
La regista e giornalista Waad Al-Kateab racconta cinque anni di conflitto ad Aleppo, in Siria, attraverso la sua storia personale: quella di madre che rimane nella sua città per proteggere la vita della figlia. Con la sua camera (e l’aiuto dei droni), Waad filma tutto: le bombe e i morti, il fango e le macerie, gli allarmi e le fosse comuni. Nonostante la chiara posizione anti-Assad e le omissioni di alcuni fatti salienti della guerra civile siriana, un documentario da vedere perché racconto autobiografico di un incredibile atto di resistenza: la nascita di una figlia durante una guerra sanguinosa. Perché non si possono e non si devono chiudere gli occhi davanti all’orrore.

Film al cinema dal 13 febbraio: 8 nuovi titoli in sala

Caterina
Il regista Francesco Corsi dedica questo documentario alla figura di Caterina Bueno, una delle maggiori interpreti e ricercatrici del canto popolare tradizionale e contadino. La vita della cantante alla quale De Gregori dedicò un suo celebre brano, scomparsa nel 2007 a 64 anni, è ripercorsa attraverso materiali d’archivio, foto, canzoni, registrazioni inedite e testimonianze di amici, musicisti e collaboratori come Giovanna Marini e Fausto Amodei. Un doc necessario per (ri)scoprire un grande personaggio del nostro patrimonio artistico e culturale. L’elenco delle sale è disponibile sulla pagina Facebook di Kiné.

Cercando Valentina – Il mondo di Guido Crepax
Giancarlo Soldi continua il suo viaggio di riscoperta dei celebri personaggi dei fumetti italiani. Dopo Tex, Dylan Dog e Diabolik, tocca a Valentina, il caschetto nero più sexy e amato dagli italiani nato dalla fantasia di Guido Crepax. Le gambe lunghe, l’inconfondibile taglio di capelli e la macchina fotografica al collo di Valentina Rosselli diventano gli elementi da cui partire per un viaggio alla scoperta della Milano degli anni ’60, dove arte, jazz, design e moda si contaminavano e si ispiravano.