Polemiche su Zelensky a Sanremo: i commenti dopo l’annuncio

0
246
zelensky a sanremo

In attesa della nuova edizione, che si prepara a gareggiare con la programmazione Mediaset avversa, arriva un annuncio ufficiale che subito accende la fiamma (sempre viva) del dibattito, ovvero l’ospitata di Zelensky a Sanremo 2023 annunciata in TV da Bruno Vespa.

Una scelta sicuramente incisiva, consapevole del suo potenziale ‘controverso’, che subito ha incontrato un parere in aperto contrasto: quello di Alfonso Signorini. Il direttore di CHI ha infatti voluto esprimere il suo disappunto dalle pagine dell’ultimo numero della sua rivista: “C’è in tutto questo un retrogusto amaro che non posso fare finta di ignorare. E non è la prima volta che mi capita. Ricordo ancora quando vidi il servizio glamour realizzato dal presidente ucraino con la moglie Olena sulle patinatissime pagine di Vogue. Non volevo credere ai miei occhi. Nel pieno della guerra, sullo sfondo di un tragico palcoscenico di macerie e di morti, quelle immagini erano un vero e proprio pugno nello stomaco.

Come ha reagito Signorini quando ha saputo di Zelensky a Sanremo

zelensky a sanremo


La presenza del Presidente dell’Ucraina è prevista per sabato 11, serata finale e culmine del Festival: “A me sembra che canali comunicativi più adatti a Zelensky e alla sua causa non manchino e che li sappia anche sfruttare bene – ha scritto Signorini, riferendosi anche ad altre ospitate ‘mondane’ come il Festival di Cannes e i Golden Globe, ma non solo – Di recente è volato alla Casa Bianca e nello studio Ovale ha ringraziato il presidente Biden per gli aiuti ricevuti. Pochi mesi fa ha tenuto un applauditissimo discorso alle Nazioni Unite, che in pochi secondi ha fatto il giro del mondo. Esistono invece dei contesti che, seppur prestigiosi, sono stonati con la realtà della guerra. Esiste anche un rispetto per chi è in prima linea a combattere, un rispetto per chi ci ha rimesso la pelle e per tutte le famiglie che sono state private di un affetto. Un giornale patinato, esattamente come la platea di uno spettacolo di svago e intrattenimento, stridono con tutto questo

Questa l’opinione del celebre volto del GF Vip, che ben si accorda a molte voci critiche che vengono dai social: “Grottesco e definito segnale di pazzia collettiva”, si legge su Twitter, e ancora: “Il confine tra dramma e farsa è stato ampiamente superato” , scrivono utenti di Twitter.