Supereroi contro tutti: i nuovi film al cinema dal 25 aprile

Appena sei i titoli in sala dal 25 aprile: lo spazio è tutto per i supereroi

I nuovi film al cinema dal 25 aprile sono appena sei. Un numero esiguo perché lo spazio è appannaggio dei supereroi: arriva l’ultimo capitolo della saga degli Avengers e tutti si scansano. Servirà comunque a rimpolpare il botteghino, che dopo un inverno nero ha finalmente segnato ottimi risultati per tre weekend di fila. E per chi i cinecomics proprio non li sopporta, ci sono almeno altri due titoli da vedere.

film al cinema dal 25 aprile
Avengers: Endgame (foto: Film Frame ©Marvel Studios 2019)

Avengers: Endgame

La fine della Fase 3 (che in realtà si chiuderà a luglio con Spider-Man: Far from Home) del Marvel Cinematic Universe. Un viaggio attraverso dieci anni di cinecomics Marvel, che privilegia l’introspezione all’esplosiva spettacolarità di Infinity War. E che farà discutere per un finale non proprio conforme alla poetica e allo spirito del compianto Stan Lee. Ma ogni fine è un nuovo inizio e presto i Fantastici Quattro e gli X-Men colmeranno il vuoto lasciato dai Vendicatori.

Dilili a Parigi

Da Michel Ocelot, il regista francese di Kirikù e la strega Karabà e Azur e Asmar, un cartoon raffinato e umanista che racconta tutti i colori del mondo. Stavolta siamo nella Parigi della Belle Époque, dove Dilili, una ragazza mulatta di origini kanak (i melanesiani della Nuova Caledonia), indaga sulla misteriosa scomparsa di alcune bambine con l’aiuto del fattorino Orel. I responsabili dei rapimenti sono i ‘Maschi Maestri’, una setta che vuole coprire le donne con un velo e ridurle in schiavitù. Un inno alle donne e a Parigi.

I film al cinema dal 25 aprile

Un’altra vita – Mug

Malgorzata Szumowska, la regista polacca di Corpi (Orso d’Argento alla Berlinale 2015), dirige una fiaba drammatica tra metal e cattolicesimo radicale. Il protagonista è Jacek (Mateusz Kosciukiewicz), un operaio metallaro vittima di un tremendo incidente che gli sfigura il volto. Si sottopone così al primo trapianto facciale del suo Paese, ma da allora diventa un Jacek nuovo, diverso da quello di prima, soprattutto per la sua famiglia che, come molti polacchi, considera i trapianti in disaccordo con la religione.

La caduta dell’impero americano

Il regista canadese premio Oscar Denys Arcand torna su un tema a lui caro, quello del decadente edonismo, già raccontato in Le invasioni barbariche e Il declino dell’impero americano. Il suo Pierre-Paul (Alexandre Landry), stavolta, è un filosofo costretto a fare il fattorino per sbarcare il lunario. Quando si ritrova sulla scena di una rapina finita male con un borsone strapieno di soldi a sua disposizione, viene divorato dal dubbio: restare a mani vuote o prenderli e scappare? Un polar venato di commedia sull’assenza di morale e l’onnipotenza del denaro.

Tutti i nuovi film al cinema dal 25 aprile

Ancora un giorno

Tra animazione e documentario, Raúl de la Fuente e Damian Nenow ricostruiscono un pezzo di storia dell’Africa attraverso il lavoro di Ryszard Kapuscinski, uno dei più grandi reporter di tutti i tempi. Dalla Varsavia del 1975, il giornalista si imbarca in direzione Angola per seguire la sanguinosa guerra civile scoppiata alla vigilia dell’indipendenza. Sarà un viaggio nel cuore del conflitto, nel corso del quale scoprirà un senso di impotenza mai conosciuto prima.

Sarah & Saleem – Là dove nulla è possibile

Il regista palestinese Muayad Alayan, alla sua seconda prova dopo l’ottimo esordio Amore, furti e altri guai, dirige un dramma teso e avvincente che vede protagonisti una donna israeliana (Silvane Kretchner) sposata con un colonnello dell’esercito e un uomo palestinese (Adeeb Safadi) che sta per diventare padre. Quando i due vengono accidentalmente denunciati ai servizi palestinesi non per adulterio ma per collaborazionismo, si innesca una spirale di equivoci e bugie dalla quale sarà difficile uscire.

Loading...