Il Codacons contro Chiara Ferragni e la Rai: “Non può andare in onda”

0
203
codacons contro chiara ferragni

Dovrebbe andare in onda lunedì 12 ottobre alle 21-20 su Rai Due, ma a quanto pare è in atto un’amara disputa del Codacons contro Chiara Ferragni ‘Unposted’, il celebre docu-film dedicato all’imprenditrice e influencer italiana. Il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori l’ha infatti paragonato ad un film di propaganda e ne vorrebbe vietare la messa in onda. Volete sapere perché?

L’invettiva del Codacons contro Chiara Ferragni ed il suo docufilm ‘Unposted’, in onda su Rai Due il 12 ottobre alle 21.20

«Il documentario – tuona il Codacons contro Chiara Ferragni Unpostedcome sottolineato dalla totalità dei critici, non è una opera cinematografica né artistica, ma solo un mega spot pubblicitario di carattere commerciale in favore di Chiara Ferragni e della sua attività imprenditoriale. Una pubblicità continua della durata di 80 minuti che la Rai, essendo servizio pubblico, non può in alcun modo trasmettere, perché rischia di veicolare un messaggio di carattere commerciale a danno degli spettatori, peraltro diseducativo».

Il problema, tuttavia, non sarebbe solo la tipologia di impronta data a questo documentario, ma anche «una forma di pubblicità occulta all’impresa commerciale della Ferragni e ad altre società se la Rai dovesse mostrare stasera in video i prodotti o i marchi che l’influencer notoriamente pubblicizza (a volte utilizzando anche l’immagine del proprio figlio)», spiega con toni gravi l’associazione. Per loro, dato che «La Rai è finanziata dai cittadini attraverso il pagamento del canone e che il servizio pubblico deve sottostare a regole di correttezza in tema di informazione e di propaganda. Trasmettere quello che i critici hanno definito “un film di propaganda nordcoreano” violerebbe le più basilari norme del servizio pubblico, e darebbe il via a inevitabili azioni legali contro la rete per i danni prodotti agli utenti finanziatori dell’azienda».

La reazione dei Ferragnez alla critica dell’associazione utenti e consumatori

Per niente ‘nuovi’ ai commenti negativi, la coppia più famosa del jetset milanese reagisce a suo modo all’iniziativa dell’associazione. In particolare è Fedez, marito di Chiara e padre di Leone (nonché futuro padre del nuovo/a arrivato), a scrivere un Twitter una risposta ironica: “Dagli amici mi guardi Dio, che dal Codacons mi guardo io“.