Adriano Celentano ai ragazzi: “Perché vi ammucchiate nei locali? È pura follia di massa”

Il Molleggiato si rivolge ai giovani via social e definisce il rifiuto della mascherina una "prova di forza insensata"

Adriano Celentano ha 82 anni ed è uno dei soggetti a maggior rischio per il Covid-19. Per questo motivo ha voluto invitare soprattutto i più giovani – “che di giovane hanno soltanto il fisico, ma per il resto: sono troppo vecchi per il mio carattere” – a “darsi una mossa”. La lettera aperta del Molleggiato è indirizzata ai ragazzi della “movida” che si assembrano fuori da bar e locali e non rispettano l’obbligo della mascherina.

Adriano Celentano oggi: messaggio ai giovani

Celentano usa Instagram per mettere in guardia dai pericoli del coronavirus. “Dovete scusarmi – scrive Celentano – ma è una cosa che ho sempre pensato fin da quando ero fisicamente giovane come voi. Oggi ho 82 anni e voi, per l’età che ho, dovreste portarmi in braccia e accarezzarmi come si fa con i bambini piccoli perché solo accarezzando me, riuscirete a schivare le colossali stronzate che dicono i negazionisti e non mi riferisco solo a quelli che criminosamente negano lo sterminio ebraico perpetrato dal nazismo e tanto meno mi riferisco ai dibattiti medico-televisivi”.

A differenza di quanto dichiarato dal suo collega Enrico Montesano, Celentano ritiene che i veri negazionisti sono quei giovani che circolano senza mascherina, “per esibire una prova di forza, a dir poco insensata”. “Vi radunate in pericolose ammucchiate senza un minimo di distanza, respirandovi addosso qualunque cosa – tuona Adriano – e questo lo chiamate coraggio? No. Questa è pura follia di massa”.

L’ex ragazzo della Via Gluck sa benissimo che “non bisogna farsi prendere dal panico”. “Bisogna uscire di casa e socializzare – precisa Celentano –, non smettere di studiare, lavorare, fare tutto come se il virus non ci fosse, perché se l’economia crolla, non moriremo solo di virus, ma anche di fame”. Però, secondo Adriano, “abbiamo un traguardo da raggiungere. Forse il più importante della storia. Perché sarà quello della vittoria. E il modo per vincere lo conosciamo: dobbiamo rispettare al 100% le regole indicate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità”.

Un primo piano di Adriano Celentano
Adriano Celentano (foto: MediasetPlay)

Adriano Celentano, età e rischio Covid: “Rispettiamo le regole”

Il nuovo Dpcm del governo Conte prevede una stretta su feste e riunioni private, che sarebbero la fonte primaria dei nuovi contagi da Covid-19. È inoltre previsto il divieto di assembramento davanti ai bar dalle 21 con chiusura di locali e ristoranti anticipata a mezzanotte.

Le immagini di centinaia di giovani che girano indisturbati senza mascherine e si accalcano nei locali della sua Milano, nelle zone delle Colonne di San Lorenzo e dei Navigli, fotografano una situazione disastrosa.

L’unica soluzione per Celentano è rispettare le regole. “Lo dobbiamo assolutamente fare. Altrimenti ragazzi che vi ammucchiate – conclude l’artista – non avete la più pallida idea di quello che ci potrebbe accadere. Ma io mi fido di voi”.