Patrizia Marigliani commenta Antonella Clerici ed il suo rifiuto di Miss Italia

Dopo il rifiuto gelido, arriva la patrona di Miss Italia a rilasciare dichiarazioni in merito alla decisione presa: ecco, infatti, come Patrizia Marigliani commenta Antonella Clerici ed il suo ‘no’ secco alla conduzione del celebre contest di bellezza.

Leggi come Patrizia Marigliani commenta Antonella Clerici e la sua decisione di non condurre Miss Italia

Mi è dispiaciuto molto che Antonella si sia tirata indietro, sarebbe stata un’ottima conduttrice” racconta lo storico volto nell’ultimo numero del settimanale Spy. Riguardo l’aria tesa che si respira nell’azienda di Viale Mazzini, Patrizia Marigliani commenta Antonella Clerici anche per quanto riguarda la polemica intorno alla sua misteriosa assenza dai palinsesti Rai: “Le trattative per tornare in Rai sono state effettivamente complicate, come lo sono sempre quando c’è un cambiamento, ma se qualcuno ha provato a bloccare tutto non lo so e neanche lo voglio sapere. Questo per me è un momento di grande felicità, vorrei lasciare le polemiche alle spalle“.

patrizia marigliani commenta antonella clerici

Mentre sui social fan e sostenitori continuano ad esprimere solidarietà alla presentatrice, la patrona del concorso di bellezza più famoso del nostro paese – che quest’anno festeggia 80 anni – si è sentita in dovere di difendersi da alcune accuse, tra cui quella secondo la quale Miss Italia sarebbe ormai un format superato, appartenente ad un vecchio tipo di televisione.

Miss Italia è un concorso superato? La patrona del Festival risponde così:

Mi viene da sorridere – replica la Marigliani sulle pagine di Spy – Miss Italia lo davano per spacciato già negli anni ’60 e ’70. È vero, però, che Instagram ha cambiato i parametri di bellezza, i reality hanno offerto nuove opportunità, la globalizzazione ha complicato il concetto di “ragazza della porta accanto”. Eppure questo non è un concorso morto, continua a raccontare i cambiamenti delle donne e rimane una vetrina importante e qualificata per parlare di bellezza”.

E voi cosa ne pensate?

Loading...