Emma Marrone: “Ho avuto culo, c’è chi ha combattuto il triplo di me e ora è sottoterra”

La cantante salentina, intervistata da F, torna sulla malattia e rivela: "Ho ancora paura, ma la combatto con la voglia di vivere"

Emma Marrone ha avuto “una grande paura, che mi sono trascinata fino a oggi”, ma continua a combattere “con la voglia di vivere”. La cantante salentina, in un’intervista al settimanale F in edicola dal 27 novembre, torna a parlare della malattia che l’ha colpita. Si dichiara fortunata (proprio come il titolo del suo nuovo album), soprattutto rispetto a chi, a differenza di lei, non ce l’ha fatta.

Emma Marrone, malata e sincera: “Ho un gran culo”

“Ho un gran culo – dice Emma – perché dopo un mese ero già a presentare il mio disco. Mentre ci sono ragazzine che hanno combattuto il triplo di me e adesso sono sottoterra”.

La popstar si racconta senza pudori e senza fronzoli, ripercorrendo la strada che l’ha condotta dal cancro al sogno di una famiglia e dei figli. “Non ero nuova al problema – rivela –, ma quando ti succede, sei sempre impreparata. Ti chiedi: perché proprio a me? Poi però ho pensato ai bambini di 8 mesi negli ospedali. Invece di incattivirmi, credo che la malattia mi abbia reso più dolce. Tutte le mattine mi sveglio con il buonumore, sono diventata ancora più sensibile. La malattia mi ha cambiato, in meglio”.

Parole schiette e sincere. Le stesse che aveva già usato quando è andata contro la banalizzazione della malattia, il mito della “guerriera” che fa da scudo all’ineluttabilità della paura.

Un primo piano di Emma Marrone
Emma Marrone (foto: Instagram @real_brown)

Emma Marrone, cancro “l’ho scoperto la prima volta da ragazzina”

Nel 2020 la cantante celebra i primi dieci anni di carriera. Festeggerà questo traguardo con un concerto-evento il 25 maggio all’Arena di Verona. La forza che ha messo nel suo percorso per combattere la malattia non la dimentica.

“Quando l’ho scoperto la prima volta – confessa – ero solo una ragazzina. L’unica cosa che mi è rimasta era una grande paura, che mi sono trascinata fino a oggi. Non significa che oggi non ho paura: quella ce l’avrò sempre. Ma la combatto con la voglia di vivere“.

Loading...