Emma Marrone: “Appena sarà finita abbraccerò tutte le persone che mi hanno chiesto come stai”

La cantante racconta sui social la sua prima uscita dopo giorni di auto-isolamento e l'incontro emozionante con la donna che gestisce un banco di frutta

Emma Marrone rompe il silenzio dal suo auto-isolamento domestico. La cantante, reduce da un periodo difficile per la sua salute, si è chiusa in casa durante il picco di contagi da Covid-19. Superata la complessa fase iniziale, si è fatta coraggio ed è uscita per la prima volta per andare a fare la spesa. Tornata nel suo appartamento, ha voluto condividere i suoi pensieri con i fan sui social, postando una foto in cui appare in tuta con la mascherina e gli occhiali da sole. Irriconoscibile a prima vista, ma non per chi le vuole bene.

Emma Marrone, foto della prima uscita sui social

“Stamattina – scrive Emma su Instagram – sono uscita per la prima volta a fare la spesa. È stato devastate vedere il mio quartiere così silenzioso, mi sembrava di camminare su un pianeta sconosciuto e disabitato”.

La cantante salentina, residente da tempo a Milano, racconta il suo incontro con una persona che conosce molto bene: la sua fruttivendola di fiducia.

“Carla, la signora che gestiste il banco della frutta e della verdura al mercato – spiega la Marrone – mi ha riconosciuta dalla voce. ‘Ma sei Emma? Come stai bella mia?’. Sto bene Carla. Sto come tutte le persone che stanno rispettando le regole anche se a volte mi manca l’aria, anche se senza la mia vita di sempre stento a riconoscermi. Ma sto bene”.

Un primo piano di Emma Marrone
Emma Marrone (foto: Instagram @real_brown)

Emma Marrone, Instagram per i fan: “Abbraccerò l’Italia intera”

Emma, che soltanto pochi mesi fa ha affrontato la malattia e l’intervento chirurgico, pensa soprattutto alle persone che stanno affrontando in prima linea l’emergenza sanitaria: medici, infermieri, personale ospedaliero e d’assistenza.

“Sono orgogliosa di vivere in un paese come l’Italia – dichiara la pop star – dove ogni giorno tante persone mettono a rischio la propria vita per facilitare e migliorare quella degli altri. Appena sarà tutto finito abbraccerò la signora Carla. Abbraccerò tutte le persone che mi hanno chiesto ‘come stai’ pur sapendo la risposta positiva nonostante tutto. Quando abbraccerò Carla sarà come abbracciare l’Italia intera”.