Era giusto pubblicare (o condividere) a manetta la copertina con Vanessa Incontrada in bikini?

1
282
copertina con vanessa incontrada

Subito è diventata virale la copertina con Vanessa Incontrada, quella di Nuovo, con una paparazzata della presentatrice in costume da bagno. Commenti, critiche aspre che rispondevano ad altri critiche, battibecchi. Ma dove porta questa polemica, questo sciame di condivisioni e discorsi intorno al ritratto rubato della diva al mare?

copertina con vanessa incontrada

Schivando le dichiarazioni ufficiali ai media, la Lucarelli ha affidato ai suoi profili social il suo pensiero sulla vicenda: “Secondo me la foto non è il problema.[…] Se non si fosse fatto tutto questo casino riportando quella copertina all’infinito su tutti i social e i siti, quella foto avrebbe avuto la diffusione dell’ultimo album di Povia. E invece – spiega l’ex giudice di Ballando con le stelleil corto circuito vuole che tutti abbiano parlato di quella copertina dicendo che non doveva esistere quella copertina ma utilizzandola per qualche like e frase moraleggiante a caso.

‘La copertina con Vanessa Incontrada dovrebbe essere ignorata’

Per lei la copertina con Vanessa incontrada “potrebbe esistere tranquillamente ed essere tranquillamente ignorata. È una celebrità in costume da bagno, ciascuno di noi può commentate quel che vuole a casa, in ufficio, dall’estetista e fine della storia. Dimenticarsene due minuti dopo, perché anche stica**i dei giudizi in piazza sul corpo di Vanessa Incontrada.

Il discorso del ‘bodyshaming’, insomma, secondo lei viene più acuito che scoraggiato con tutto questo clamore per la foto in sé, che secondo lei non dovrebbe fare proprio più notizia: ” Perché una donna in carne fotografata in costume è bodyshaming e una donna magra fotografata in costume e messa in copertina va bene? Non è sempre il GIUDIZIO, IL CORPO CHE È IDENTITÀ, quello a cui mira il sistema, sia che il bikini in copertina sia della Incontrada che della Colombari? La risposta è SÌ.

La soluzione che da la reporter de Il Fatto Quotidiano è dunque ignorare: “Anche perché parliamoci chiaramente: se voi foste Vanessa Incontrada sareste EVENTUALMENTE più infastidite da una copertina che ha visto mia nonna dal parrucchiere o dalle migliaia di tweet in mia difesa con quella copertina sbattuta ovunque? E ho specificato “eventualmente”, perché per quello che ne sappiamo la Incontrada, su quella foto, c’ha dormito su tutte le notti.
Ci siamo però arrogati tutti il diritto di stabilire che una donna in carne si senta umiliata per una sua foto in costume.

1 COMMENT