Alberto Matano sposa il compagno: Mara Venier celebra il matrimonio

"Sono molto felice ed emozionata di essere stata scelta per celebrare questa grandissima e forte storia d'amore", dice la conduttrice

1
515
Mara Venier e Alberto Matano
Mara Venier e Alberto Matano

Si celebrano nel giorno del Gay Pride, l’11 giugno, le nozze tra Alberto Matano e il suo compagno di lunga data, l’avvocato cassazionista Riccardo Mannino. La location scelta è Labico, paese nel cuore dei castelli romani alle porte della capitale. A officiare il matrimonio sarà Mara Venier, amica e collega dell’ex mezzobusto del Tg1 e conduttore del rotocalco La vita in diretta. L’evento sarà vissuto nella massima riservatezza, garantiscono i beninformati.

Alberto Matano, nozze a Labico: celebra Mara Venier

“Sono molto felice ed emozionata di essere stata scelta per celebrare quella che gli amici i parenti sanno essere una grandissima e forte storia d’amore. Ma non voglio dilungarmi di più, non lo trovo rispettoso nei confronti di Alberto e Riccardo, una coppia meravigliosa ma anche riservata, autentica, bellissima, abbiamo iniziato a fare le prove generali del giorno più bello in provincia di Roma. Ma dettagli e i particolari in cronaca non sarò io a fornirli”, spiega la Venier.

Il matrimonio si terrà al Resort & Spa dello chef Antonello Colonna, nel parco naturale di Labico. Un luogo da sogno che “l’ottavo re di Roma” (così è soprannominato il cuoco stellato di fama internazionale) ha dotato di azienda agricola, giardini, ristorante d’autore, piscina con acqua termale, centro benessere, temporary gallery e percorsi naturalistici per passeggiate fino all’antica via Labicana.

Alberto Matano con la madre
Alberto Matano con la mamma (foto: Instagram @albertomatano)

Alberto Matano e Riccardo Mannino sposi l’11 giugno

Si dice che oltre all’amica Mara Venier saranno presenti alle nozze anche ospiti speciali come Claudio Santamaria e la moglie Francesca Barra e il cantante Giuliano Sangiorgi, voce dei Negramaro.

Matano, 50 anni il prossimo 9 settembre, ha fatto coming out l’anno scorso in diretta televisiva, quando il ddl Zan contro l’omotransfobia è stato affossato al Senato dalla “tagliola” richiesta da Lega e Fratelli d’Italia. Il conduttore si è esposto in prima persona rivelando di essere stato vittima di discriminazione e omofobia quando era adolescente.

In un’intervista successiva al Corriere della Sera, Matano ha spiegato che lui e il fidanzato Riccardo tengono molto alla loro privacy e che “quando decideremo di sposarci, condivideremo la nostra gioia con tutti”. Quanto invece all’idea di paternità, ha ammesso che “è tardi per diventare genitori, si è fatta ‘una certa’ per i figli”.

La “zia” Mara, intanto, posta sui social le prove generali da officiante.

1 COMMENT