Gianluigi Nuzzi e Mediaset “diffondono fake news sui vaccini”: l’accusa di Valentina Petrini

La giornalista, ospite a "Piazzapulita", si scaglia contro il conduttore di "Quarto grado" per un suo tweet "che è terreno fertile per i complottisti"

0
169

Valentina Petrini conduce ogni mercoledì su Nove il programma Fake – La fabbrica delle notizie, nel quale smaschera la produzione di bufale promuovendo il lavoro di chi controlla e verifica fonti e fatti. La giornalista è stata ospite di Corrado Formigli nell’ultima puntata di Piazzapulita e non ha risparmiato un attacco frontale a Gianluigi Nuzzi e Mediaset. Il conduttore di Quarto grado è finito nel mirino della Petrini per un post nel quale ha messo a confronto Hiv e Covid.

Valentina Petrini: La7 contro Gianluigi Nuzzi (e Mediaset)

Nuzzi ha pubblicato un’immagine su Facebook in cui si legge: “Oltre 30 anni di ricerche, nessun vaccino per l’Hiv. In meno di un anno, è pronto il vaccino per il Covid”. “A voi non sembra strano? Forse c’è qualcosa che non va?”, ha chiesto il giornalista ai suoi followers.

Petrini non ha gradito questa uscita di Nuzzi. “Che un giornalista faccia un tweet di questo genere è veramente molto discutibile, anche questo è terreno fertile per i complottisti”, ha dichiarato a Piazzapulita.

La giornalista, che ha appena fatto uscire per Chiarelettere il libro-inchiesta Non chiamatele fake news (con introduzione proprio di Formigli), non ha risparmiato critiche nemmeno a Mediaset. Da marzo c’è un telegiornale del network – quale non l’ha specificato – che “costantemente parla di fonti che dimostrerebbero l’origine meccanica del Covid, la fabbricazione del virus. Questo Tg viene visto ogni giorno da un milione, un milione e mezzo di persone. Sono solo alcuni esempi, quelli più eclatanti”.

Primi piani di Gianluigi Nuzzi e Valentina Petrini
Gianluigi Nuzzi e Valentina Petrini a Quarto grado e Fake – La fabbrica delle notizie

Gianluigi Nuzzi, Quarto grado e Liguori nel mirino di Valentina Petrini

Il riferimento di Valentina Petrini appare a tutti gli effetti Paolo Liguori, il direttore di TgCom24. Liguori sostiene infatti la tesi – confermata da “fonti affidabilissime” – del coronavirus creato in un laboratorio di Wuhan “in cui si studiano i virus più importanti e pericolosi. Negli ultimi anni, a quanto mi riferiscono, hanno cominciato anche esperimenti militari”.

Il giornalista ha ribadito questa teoria pure nel corso di una puntata di Live – Non è la d’Urso. “Il mio mestiere è quello di dare informazioni: io ho questa informazione sul laboratorio di Wuhan, mentre tutti parlano del mercato. Si sarebbe trattato di un incidente, questa è la mia convinzione”, ha ribadito ai microfoni di Barbara D’Urso.

Nuzzi, già al centro di un’aspra polemica con Alda D’Eusanio nei duri mesi del lockdown, non ha replicato. Almeno per il momento.