Salvatore Esposito sarà Piedone in una serie tv: “Adoro Bud Spencer, voglio farlo conoscere ai ragazzi di oggi”

"Piedone - La serie" arriva su Sky a fine anno e a volerla fortemente è stata la famiglia Pedersoli: "Non è un remake, un modello pensato per le famiglie di oggi"

1
192
Una scena di Piedone e Salvatore Esposito
Piedone e Salvatore Esposito

Allo Spencerhill Festival, il raduno ufficiale dei fan di Bud Spencer e Terence Hill che si è tenuto per la prima volta in Italia a Gubbio, applausi a scena aperta hanno accolto Salvatore Esposito, il Piedone del futuro. L’attore, volto di punta di Gomorra, sarà il poliziotto napoletano in una serie tv originale Sky in arrivo a fine 2023, a 50 anni dall’uscita del primo film diretto da Steno.

Salvatore Esposito: Piedone “un idolo, un supereroe”

La saga di Piedone, cominciata nel 1973 con Piedone lo sbirro e proseguita fino al 1980 con Piedone a Hong Kong, Piedone l’africano e Piedone d’Egitto, sarà rilanciata da Titanus per celebrare il mito di Bud Spencer. Prodotta da Titanus e Sky Studios con Wildside, la serie sarà composta da quattro episodi. Dopo l’annuncio dell’ottobre scorso, ora si sa che ad affiancare il creatore e sceneggiatore Peppe Fiore ci sarà Alessio Maria Federici, il regista di commedie come Stai lontana da me, Terapia di coppia per amanti e (Im)perfetti criminali.

“Sono felice di rendergli omaggio e il mio desiderio è farlo conoscere ai ragazzi, alle nuove generazioni, perché ormai sono passati 50 anni. Spero che la serie piacerà ai fan. Noi ce la metteremo tutta”, ha spiegato Salvatore Esposito. Piedone – La serie non sarà un remake: la formula rimane la stessa – commedia, azione e buoni sentimenti – con Napoli a fare da sfondo come ambientazione principale, ma l’aggiornamento si rivolgerà al pubblico delle famiglie e dei giovani di oggi.

Il protagonista si chiama Vincenzo Palmieri e il suo maestro è stato Piedone, il leggendario vice commissario Rizzo. Come il suo mentore, anche Palmieri è un poliziotto abile ma fuori dagli schemi, un investigatore dal fiuto infallibile che non ama le armi e risolve i casi con metodi non convenzionali. Dopo un lungo periodo lontano dalla sua città, l’ispettore torna a Napoli per fare pace con i propri fantasmi e chiudere i conti con il suo passato.

Bud Spencer in una scena del film Piedone lo sbirro
Bud Spencer in Piedone lo sbirro

Piedone la serie tv su Sky voluta dalla famiglia

Il progetto è stato fortemente voluto dalla famiglia Pedersoli: la moglie Maria, i figli Giuseppe, Cristiana e Diamante, i nipoti Alessandro e Carlo. Giuseppe Pedersoli, anche tra gli autori del soggetto, ha detto allo Spencerhill Festival di aver subito pensato ad Esposito per questo ruolo per le sue doti di attore e perché “è napoletano e c’ha qualche muscolo”.

Copiare o imitare i film di mio padre non avrebbe senso – ha concluso Pedersoli – come sarebbe inutile e fallimentare pensare ad un remake di un suo personaggio tanto amato come Piedone, ma abbiamo deciso che era il momento di riproporre un modello pensato per le famiglie all’insegna di quei valori che papà ha sempre incarnato nei suoi ruoli quali l’amicizia e la gentilezza”.

1 COMMENT