Sabrina Ferilli paga le spese legali e lo stipendio all’operaio Ilva licenziato per il post su Svegliati amore mio

L'attrice si lancia in difesa di Riccardo Cristello, il lavoratore dell'ex Ilva licenziato da AncelorMittal

1
54
Sabrina Ferilli
Sabrina Ferilli

Sabrina Ferilli si schiera dalla parte di Riccardo Cristello, l’operaio di Taranto licenziato da AncelorMittal per aver promosso e commentato sui social Svegliati amore mio, la fiction di Canale 5 che denuncia i problemi sanitari e ambientali della siderurgia. I lavoratori dell’ex Ilva e i colleghi della Rsu di Genova hanno scioperato per un’ora a fine turno lunedì 12 aprile in sostegno a Cristello. Alla protesta si è unita l’attrice, protagonista della mini-serie di Ricky Tognazzi e Simona Izzo.

Sabrina Ferilli: Svegliati amore mio scuote le coscienze

Francesco Rizzo, il coordinatore provinciale del sindacato Usb di Taranto, spiega all’agenzia LaPresse che Ferilli è andata oltre la semplice solidarietà all’operaio licenziato da ArcelorMittal. Riccardo Cristello, 45 anni, sposato, con due figli, è stato licenziato per “giusta causa”.

Nei giorni scorsi ha postato su Facebook uno screenshot, ritenuto denigratorio dalla multinazionale, che criticava AncelorMittal e invitava alla visione della fiction ispirata ai casi di leucemia che hanno colpito personale e familiari di chi lavora nell’acciaieria pugliese. Cristello non è stato il solo a promuovere Svegliati amore mio. Un suo collega ha fatto lo stesso ma non è stato licenziato perché si era “scusato” pubblicamente.

“Ringraziamo Sabrina Ferilli per la sensibilità e la solidarietà dimostrate in queste ultime ore – racconta Rizzo –: l’attrice ha telefonato a Riccardo Cristello dopo aver appreso che il lavoratore dello stabilimento siderurgico di Taranto era stato licenziato. A Sabrina Ferilli va il ringraziamento, mio e di tutto il sindacato che rappresento, per aver offerto al lavoratore la propria immediata disponibilità a sostenere le spese legali, oltre al pagamento di uno stipendio”.

Un primo piano di Sabrina Ferilli
Sabrina Ferilli (foto: MediasetPlay)

Operaio Ilva licenziato: “Dopo 20 anni non meritavo questo trattamento”

Cristello ha ricevuto una chiamata e un supporto concreto anche da Michele Riondino. L’attore, nato e cresciuto a Taranto, è impegnato da tempo nel Comitato cittadini e lavoratori liberi e pensanti, il movimento che si batte per la difesa della città dalle polveri sottili dell’ex Ilva.

“Anche lui si è offerto di sostenere le spese legali e di questo lo ringraziamo – dichiara Rizzo –. Stiamo già procedendo, tramite il nostro avvocato, al ricorso contro il licenziamento”.

Cristello ha raccontato di aver postato una foto su Svegliati amore mio e aver commentato la fiction sui social. Pochi giorni dopo si è visto recapitare una lettera di sospensione e dopo 8 giorni quella di licenziamento. “Sono stato assunto il 12 luglio del 2000 – dice l’operaio – e dopo quasi 21 anni in fabbrica non meritavo questo trattamento”.

“Spero che questo rumore faccia tornare l’azienda sui suoi passi per chiarire quanto accaduto e magari sistemare tutto – aggiunge Cristello –. Nel caso in cui non dovessero esserci sviluppi, attraverso il mio legale chiederò la revoca del licenziamento e il reintegro sul posto di lavoro”.

1 COMMENT