Il ritorno di Franca Leosini, la ‘maestra di vita’

Imperdibile l’appuntamento della domenica con Storie Maledette: in moltissimi, infatti, non attendevano altro che il ritorno di Franca Leosini ed il suo celebre programma di interviste noir. Tra i ‘Leosiners’ (come si auto-definiscono scherzosamente i fan e le fan della presentatrice) c’è anche Fedez, che in occasione della prima puntata dello show televisivo ha scritto su Twitter: “Franca Leosini e Roberta Petrelluzzi spiriti guida forever”.

ritorno della leosini

Il ritorno di Franca Leosini e il motivo per cui è diventata un’icona

Il mio compito non è giudicare, ma cercare di comprendere quanto più possibile – dichiarava la Leosini qualche anno fa all’Huffington Post – “Io mostro la realtà umana di persone che all’epoca dei loro crimini sono state descritte con i toni, le emozioni e le tinte forti del momento.” Ed è proprio questa la chiave del successo di Storie Maledette – programma che vanta ormai 26anni di presenza sul piccolo schermo: l’abilità retorica della conduttrice, le sue domande incalzanti, riflessive e dirette, che accompagnano lo spettatore nella mente degli intervistati in un modo coinvolgente e unico nel suo genere.

Il suo linguaggio è forbito, ricercato e tagliente ( “Io non ricerco le parole: le possiedo” una volta ha detto) e spesso i toni possono diventare quasi dei rimproveri, delle prese di posizioni a tutti gli effetti. Nella puntata di domenica 7 giugno, infatti, non ha risparmiato domande “con quale delle due donne è stato più busciardo?” al detenuto che stava intervistando, facendo diventare subito ‘cult’ le sue citazioni.

Come tutti i fenomeni televisivi d’impatto, il ritorno di Franca Leosini ha trovato sia il grande apprezzamento dei suoi ammiratori che le aspre critiche dei suoi haters, che la giudicano troppo ‘polarizzata’ ed estrema. Fatto sta che il suo ingresso nella prima serata domenicale ha portato 1.420.000 spettatori pari ad uno share del 6.2% (rispetto agli 886.000 della settimana precedente totalizzati da Un Giorno in Pretura)