Lorella Cuccarini: “La vita in diretta? È arrivata al momento giusto”

Intervistata dal settimanale "Chi", la conduttrice commenta il suo prossimo impegno televisivo e il livore da parte di Heather Parisi

Lorella Cuccarini sarà la protagonista assoluta del daytime di Rai1 nella stagione televisiva ormai alle porte. La showgirl sarà al timone del rotocalco La vita in diretta, che punta a rialzarsi e a battere la concorrenza di Pomeriggio Cinque di Barbara d’Urso. “Quando il direttore di Rai1 Teresa De Santis mi ha comunicato di aver pensato a me per La vita in diretta, non ci ho pensato un secondo a dirle sì”, racconta la conduttrice in un’intervista al settimanale Chi.

Lorella Cuccarini oggi: la maturità a 54 anni

La vita in diretta segna davvero la sua rinascita. “In fondo è arrivata al momento giusto. A 54 anni penso di avere la maturità giusta per affrontare qualsiasi tematica. E poi con me ci sarà Alberto Matano. Una bella persona, oltre che un grande professionista. Con lui mi sento sicura”, spiega la Cuccarini.

“Gli ascolti sono importanti ma la premura, sia mia, sia di Alberto, risultati a parte, è che il programma sia in sintonia con il pubblico da casa e con la rete. È giusto mettersi in discussione e competere serenamente, ma non dobbiamo dimenticarci che parliamo di un programma che è stato, per anni, leader assoluto nella sua fascia oraria e che ha tutte le carte in regola per tornare a esserlo”, ammette la presentatrice.

Dopo l’annuncio del suo nome per il post-Francesca Fialdini, sono arrivate numerose critiche. Specie dalla sua “nemicamatissima”. “Perché tanto livore da parte di Heather Parisi? Dovrebbe chiederlo a lei. Personalmente faccio davvero troppa fatica a spiegarmelo. E in questi giorni di relax, voglio pensare solo alle cose belle”, dice Lorella.

Un primo piano di Alberto Matano e Lorella Cuccarini
Alberto Matano e Lorella Cuccarini (foto: Twitter @LCuccarini)

Lorella Cuccarini: sovranisti “amano il proprio Paese”

Considerata la “sovranista più amata dagli italiani” per le sue dichiarazioni euro-scettiche e critiche sulle speculazioni dei mercati, la conduttrice smorza i toni ribadendo però le sue convinzioni.

“Io voglio essere stimata per quella che sono e non per quello che gli altri vorrebbero fossi. Ho detto di essere sovranista perché amo il mio Paese e perché penso che debba riappropriarsi della sua capacità di scegliere, visto che ultimamente non è stato così. Questo, da alcuni, è stato percepito come un qualcosa di brutto, mentre io non ci vedo nulla di male e, al netto di tutte le polemiche, lo ridirei senza alcun problema”, assicura la presentatrice.

Intanto Grand Tour, lo spin-off di Linea Verde condotto con Angelo Mellone e Peppone Calabrese,  termina il 23 agosto e non il 30 come previsto. Rai1 ha infatti deciso di accorpare le ultime due puntate in una. Nonostante il flop “mascherato”, la Cuccarini ha ringraziato colleghi e fan su Instagram così.