Gf Vip, Salvo Veneziano difende Fausto Leali: “In tv tutti finti moralisti”

Il cantante è stato squalificato per le frasi razziste: l'ex concorrente del Gf è l'unico a schierarsi dalla sua parte

Fausto Leali è stato squalificato dalla quinta edizione del Grande Fratello Vip. Nella puntata serale del programma, andata in onda il 21 settembre, Alfonso Signorini ha ufficializzato la scelta già nell’aria da giorni. Leali ha incassato le critiche degli altri inquilini, del conduttore e dell’opinione pubblica. Una sola persona si è schierata al suo fianco, uno che i meccanismi dei reality li conosce bene: Salvo Veneziano, il pizzaiolo concorrente della prima storica edizione della trasmissione.

Fausto Leali, squalifica al Gf: ecco perché

Salvo è stato recente protagonista di una squalifica clamorosa. Veneziano è stato fatto fuori dal Grande Fratello Vip del 2019 quando ha detto che Elisa De Panicis “si merita schiaffi che gli devi spezzare la colonna vertebrale”.

Nel caso di Leali, sono state fatali le dichiarazioni del cantante su Enock Barwuah. Commentando il colore della pelle del fratello di Balotelli, il cantante bresciano ha detto che “nero è un colore, negro una razza”.

Signorini ha comunicato la decisione della produzione di escludere Leali dalla Casa proprio per queste sue gravi affermazioni. “Non possiamo permettere che, in un programma come questo, questa parola in particolare possa essere usata con leggerezza”, ha detto il presentatore.

A nulla sono servite le scuse del “nero bianco”, che ha bollato quell’uscita come “una battuta del cavolo”. “L’intenzione di offendere non c’è mai stata nella mia mente. Ho sbagliato il momento e il modo”, ha chiarito il cantante.

Fulvio Abbate è stato più perentorio e ha parlato di un “ritardo culturale” di Leali. “Ho trovato più gravi le sue parole su Mussolini”, ha spiegato lo scrittore.

Fausto Leali nello studio nel Gf Vip dopo la squalifica
Fausto Leali nello studio nel Gf Vip dopo la squalifica (foto: MediasetPlay)

Salvo Veneziano: Grande Fratello pieno di “finti moralisti”

Su quest’argomento è intervenuto Salvo Veneziano con un post al veleno su Instagram. “Ormai non si può dire più un cazzo. Tutti finti moralisti. Tutti falsoni. Puoi fare del bene per una vita, sbagli una volta e ti condannano a morte. Siamo solo pedine per gli ascolti”, scrive il pizzaiolo.

Veneziano spiega di non condividere le parole di Leali, ma precisa che “un uomo di una certa età, con una carriera stupenda” non può essere “messo al patibolo”.

“Tutti a puntare il dito contro chi sbaglia, e parlo di tutti quelli che stanno seduti negli studi televisivi a fare gli opinionisti”, conclude Salvo. L’immagine che accompagna il post è eloquente: il biglietto col quale, a suo tempo, la redazione del Grande Fratello gli ha comunicato la squalifica.

Il momento clou dell’addio di Fausto Leali al reality è disponibile sull’account Twitter del programma.