Addio a Galyn Gorg: è morta la ballerina che ha fatto sognare il pubblico italiano

L'attrice e ballerina è scomparsa a 56 anni nel giorno del suo compleanno: l'addio di Lorella Cuccarini

Galyn Gorg, l’attrice e ballerina che ha fatto sognare i telespettatori italiani negli anni ’80, è morta all’età di 56 anni. La Gorg, nata a Los Angeles il 15 luglio del 1964, se n’è andata nel giorno del suo compleanno. A dare la notizia della sua scomparsa è stato il coreografo, regista e compagno di una vita Steve LaChance, che ha condiviso sui social foto e video in ricordo della ballerina. La causa della morte è un tumore contro il quale lottava da tempo.

Galyn Gorg, morte di un pezzo di storia della nostra tv

Figlia d’arte (il padre regista e sceneggiatore, la madre attrice e modella), Galyn Gorg era cresciuta alle Hawaii e si era formata alla Dupree Dance Academy e all’Alvin Ailey Summer Program.

Era stata lanciata nel mondo dello spettacolo da alcuni celebri videoclip. Fu la protagonista di Sharp Dressed Man degli ZZ Top e di Body dei Jacksons.

Dopo le apparizioni in A-Team e Saranno famosi, Gorg arrivò in Italia nel 1985: fu Pippo Baudo a volerla nel cast di Fantastico. Era sua la voce di Formula 6, la sigla che con Sugar Sugar apriva e chiudeva il varietà.

Galyn fu anche prima ballerina del SandraRaimondo Show, andato in onda su Canale 5 nel 1987: in quel caso, cantò il brano Je t’aime je t’aime, scritto per il programma dagli Oliver Onions.

Nel corso della carriera, la ballerina è stata diretta da coreografi prestigiosi come Michael Peters, Debbie Allen, Sarah Elgart, Marguerite Derricks, Otis Salid, Jaime Rogers e Franco Miseria.

Tornata negli Stati Uniti, l’attrice recitò in serie tv di grande successo come Twin Peaks, Willy, il principe di Bel Air, Xena – Principessa guerriera, CSI: Miami, Lost e il recente Le regole del delitto perfetto. Fu nel cast di film quali RoboCop 2, Point Break e Il mistero di Storyville.

Negli ultimi tempi, pur non smettendo mai di recitare, lavorava soprattutto come produttrice e location manager. Senza dimenticare il sociale: Galyn ha fatto parte di associazioni ed enti di beneficenza come UNICEF, Pachamama Alliance, The Herb Alpert Foundation e Yoga for Youth.

Un primo piano di Galyn Gorg
Galyn Gorg (foto: Facebook @galyn.gorg)

Galyn ballerina che ha fatto sognare l’Italia

La scomparsa della Gorg rimanda ad un’epoca televisiva vicina ma che appare distante anni luce dal varietà di oggi. Le coreografie che Steve LaChance metteva a punto per Galyn e la Cuccarini sono entrate nella storia della tv italiana.

View this post on Instagram

@galyngorg

A post shared by Steve LaChance (@stevelachanceofficial) on

“Lavorare nel mondo dello spettacolo – diceva la Gorg – è la mia passione. Avere l’opportunità di creare e condividere la mia visione di artista è un dono davvero prezioso”.

“Non ci posso ancora credere… – ha scritto Lorella Cuccarini su Instagram –. Hai fatto parte di una bellissima pagina di vita. Voglio ricordarti così: in questo scatto – tra una sala prove e l’altra – eravamo davanti ai fotografi per la prima volta… ancora non ci conosceva nessuno. Avevi una grinta pazzesca e un sorriso che spaccava. Sei stata una fantastica compagna di lavoro. Continua a danzare tra gli angeli, Galin”.