Cosa sta succedendo tra Fiorello e Tg1: “Non vuole più averci a che fare”

2
182
Fiorello e TG1
Fiorello

Come sempre, all’alba dei nuovi palinsesti, c’è sempre qualche aria di polemica che tira nei corridoi di Viale Mazzini: stavolta si tratterebbe di un incontro-scontro tra Fiorello e Tg1, secondo Dagospia. Il celebre portale di tv, spettacolo e ‘sussurri’ ha raccontato infatti di aver ricevuto segnalazione di un certo sconcerto e contrarietà tra il comitato di redazione del telegiornale Rai, i vertici dell’azienda e il presentatore siciliano. Come mai si vocifera tutto questo?

Cosa sta succedendo tra Fiorello e Tg1 secondo Dagospia

A quanto si legge dall’articolo, sarebbe stato proposto un programma per fine novembre (28) di fascia mattutina, affidato proprio a Rosario Fiorello, intitolato ‘Via Asiago 10’, successivamente ad una prima fase di rodaggio sulla piattaforma RaiPlay.

Essendo questa fascia oraria (dalle 7.10 alle 8) attualmente occupata dal servizio di informazione diretto da Monica Maggioni e condotto da Senio Bonini e Isabella Romano, sembrerebbe che il Cdr abbia richiesto uno spostamento per il morning show alle 9.00, anzichè alle 7, andando quindi a sostituire “Unomattina”, o in alternativa – sostiene Dagospia, spostarlo su Rai2. A provare a chiarire la situazione tra Fiorello e il Tg1 è l’amministratore delegato Carlo Fuortes: “Ritengo indispensabile precisare che il progetto editoriale è ancora in fase di definizione, compresa la sua collocazione nei palinsesti. Oltre all’approdo su RaiPlay, è in corso la valutazione sul canale televisivo più adatto ad accogliere il progetto innovativo dello straordinario artista. La Rai avrà cura di comunicare il progetto definitivo non appena verrà ultimato”.

Fiorello e TG1
Fiorello

La reazione del presentatore, invece, viene raccontata dalla redazione capitanata da Alberto Dandolo: “Fiorello, inca**ato come una biscia, non ha più intenzione di fare il suo show del mattino. Non vuole avere più a che fare né col tg della Maggioni, ispiratrice della rivolta dei giornalisti, né con Rai1. Fuortes corre ai ripari e cerca una collocazione diversa“, si racconta.

Arriva poi la risposta, alla polemica del Cdr, da parte dell’’Associazione Dirigenti RAI (ADRAI), che avrebbe sostenuto pubblicamente che: “Fiorello è un formidabile showman e si può dire che sia un vero e proprio asset aziendale. Il progetto di spettacolo su cui si sta lavorando sarebbe una grande operazione sia industriale che di marketing per rafforzare la fascia del mattino e di traino della edizione del Tg1 delle 8. (…) L’Adrai ha sempre evitato di esternare polemiche interne. Ma davanti a questa mancanza di visione strategica non è più possibile tacere. I dirigenti hanno la responsabilità di definire le strategie aziendali e di condurle all’obiettivo”.

Insomma, sembra che ci sia un’aria veramente molto tesa tra le parti…

2 COMMENTS