Terza stagione dell’Amica Geniale: anticipazioni e retroscena

1
73
Amica Geniale: terza stagione
Amica Geniale: terza stagione

Tutto pronto per l’8 febbraio, ovvero per l’attesissima terza stagione dell’Amica Geniale, serie rivelazione degli ultimi anni, apprezzata i 130 paesi del mondo e frutto di un lavoro di trasposizione televisiva di uno dei più grandi filoni editoriali italiani, quello dei romanzi di Elena Ferrante.

Per la prima volta, come forse molti sapranno, alla macchina da presa non ci sarà più Saverio Costanzo, regista e autore delle prime due stagioni. Al suo posto Daniele Luchetti (Mio fratello è Figlio Unico), che ha affrontato una sfida non da poco: quella della continuità con quanto fatto in precedenza, quello della fedeltà al libro, quella dell’aspettativa dei fan.

Intervistato da Napoli Today, racconta: “ Sono entrato in punta di piedi in una serie che aveva già alle spalle un olimpo di autori: Elena Ferrante, Saverio Costanzo, Laura Paolucci, Francesco Piccolo ed un esercito di attori che già erano i personaggi da prima di me. Eppure quando avevo una domanda preferivo prendere in mano il romanzo in cerca di soluzioni. Sulle pagine, invece di risposte, trovavo spesso altre domande. I libri della Ferrante hanno questo fascino di precisione sfuggente, che lascia libertà di interpretazione all’interno di uno schema psicologico implacabile e sempre acutamente vero. I suoi libri sono libri cosmo”.

terza stagione dell'amica geniale

Sullo schermo ritroviamo le due attrici che abbiamo imparato ad amare: Gaia Girace (Lila) e Margherita Mazzocco (Elena), che in queste nuove puntate interpreteranno le versioni più adulte dei loro personaggi. Una delle curiosità che balza subito all’occhio, per chi le segue anche fuori dal set, è che le due protagoniste sono molto riservate, anche tra di loro: “Tra noi due – hanno infatti raccontato – continua a esserci un’intesa nella recitazione perché abbiamo deciso di non stabilire un rapporto di amicizia al di fuori del set. Per salvaguardare i personaggi non ci frequentiamo“.

La terza stagione dell’Amica Geniale parla degli anni ’70, ma le giovani protagoniste ci vedono una grande attualità: ecco perché

Nella terza stagione dell’Amica Geniale vedremo Elena alle prese con la sua carriera universitaria, un romanzo di successo (che però farà molto discutere) ed un matrimonio felice con ‘qualche imprevisto’. Lila, che dal rione non si è allontanata, diventa madre, operaia e compagna di Enzo, raccontando agli spettatori il lavoro negli anni ’70, le lotte operaie, le ingiustizie sociali e le discriminazioni: “Penso che sia molto attuale come situazione – ha commentato la giovanissima Girace, che si è documentata sia storicamente che dallo stesso romanzo per entrare nello spirito di quegli anni così lontani da lei – I ragazzi stanno di nuovo imparando a rivendicare i loro diritti e a manifestare per esempio sulla crisi climatica.”

Anche Elena/Margherita racconta di aver studiato molto: “Elena quest’anno deve affrontare parecchie crisi sia familiari che personali. Cerca di capire chi è di ritagliarsi uno spazio in un’epoca che cambia velocemente. Elena, Lila e tutti i personaggi sono molto moderni. Elena in particolare entra in contatto con il femminismo e questo continua a essere un tema caldo e penso che possa catturare facilmente i miei coetanei”.

A fare da ‘guida’ e da ‘ponte’ tra l’epoca storica e il giovane cast, in un certo senso, è stato anche il regista: “Mi sono trovato spesso a spiegare a persone molto più giovani di me cosa fosse stata la rivoluzione dei costumi degli anni ‘70 e a chiedere loro di identificarsi in quei tentativi di cambiamento e dissoluzione, per poterne rappresentare credibilmente quell’energia dubbiosa che ne costituiva la materia. Ho dovuto spiegare come si parla quando si parla di ideologia. Come si pronuncia un discorso politico senza diventare ridicoli”.

Che dire: non vediamo l’ora di vedere il risultato!

1 COMMENT