I film al cinema dal 20 febbraio: cosa vedere e cosa no

Arrivano i Popcorn di Fausto Brizzi, Thornton e Buck di Jack London e altre sei nuove uscite

Sono otto i nuovi film al cinema dal 20 febbraio 2020. Il maggior numero di schermi lo ottengono Il richiamo della foresta con Harrison Ford, la commedia pop di Fausto Brizzi e il ritorno dei ragazzacci Will Smith e Martin Lawrence. Più staccati tutti gli altri, tra i quali spicca lo scult Cats, massacrato da pubblico e critica e preso per i fondelli persino dai suoi stessi attori protagonisti alla Notte degli Oscar. Ecco tutte le trame, i trailer e i consigli su cosa vedere e cosa no.

La mia banda suona il pop
Fausto Brizzi dirige un cast corale in una commedia musicale post-sanremese. Christian De Sica, Massimo Ghini, Paolo Rossi e Angela Finocchiaro sono i Popcorn, gruppo di successo negli anni ’80 e oggi finiti nel dimenticatoio. Quando il loro ex agente Diego Abatantuono viene contattato per organizzare un concerto reunion in Russia, rimettere insieme la banda farà nascere non pochi problemi. L’effetto nostalgia, la patina da heist movie e gli interpreti affiatati non salvano l’operazione dalla mediocrità.

Bad Boys for Life
Will Smith e Martin Lawrence tornano a fare i duri a 25 anni dall’originale di Michael Bay. Stavolta dirigono Bilall Fallah e Adil El Arbi, e si vede: l’ironia viene preferita all’azione. Ed è un peccato. Mike e Marcus devono tornare al lavoro per fronteggiare una loro vecchia conoscenza che vuole vendicarsi: la “Bruja” (Kate del Castillo), la spietata assassina del cartello messicano che i due hanno mandato al fresco.

I film al cinema dal 20 febbraio

Il richiamo della foresta
Il romanzo di Jack London torna per l’ennesima volta al cinema con Harrison Ford nei panni di John Thornton e Omar Sy in quelli di Perrault. Il vero protagonista è ovviamente il cane Buck, figlio di un sanbernardo e di una Scotch Collie che dai vizi e le sofferenze si ritrova a guidare la muta nella Corsa all’Oro nello Yukon canadese di fine Ottocento. Un film avventuroso classico e conciliante sul rapporto tra uomo e natura: a quando però un adattamento del racconto breve Bâtard, sull’odio feroce tra un cane e il suo padrone?

Cats
L’adattamento cinematografico del famoso musical di Broadway è stato bollato negli Stati Uniti come il più grande disastro degli ultimi anni. Tom Hooper adatta il testo di Andrew Lloyd Webber con un ricco cast (Francesca Hayward, Judi Dench, James Corden, Jennifer Hudson, Idris Elba, Taylor Swift, Rebel Wilson) che diventa felino con massicce dosi di CGI. Costato 95 milioni di dollari, negli Usa ne ha incassati appena 27,1 e 44,8 nel resto del mondo.

Film al cinema dal 20 febbraio: cosa vedere e cosa no

Cattive acque
Mark Ruffalo è il protagonista di questo solido esempio di cinema di denuncia che porta la firma del grandissimo Todd Haynes. Passato sotto silenzio negli Stati Uniti, il film racconta la storia di un avvocato che porta l’azienda DuPont in tribunale: il colosso della chimica è accusato di aver avvelenato le acque della Virginia, sversando nei fiumi di Parkersburg ettolitri di scarichi tossici dell’impianto. La sceneggiatura di Matthew Michael Carnahan è basata sull’articolo The Lawyer Who Became DuPont’s Worst Nightmare, scritto da Nathaniel Rich per il New York Times. Da vedere.

Lontano lontano
Gianni Di Gregorio torna alla regia con questa brillante e deliziosa commedia senile dedicata a tre italiani in fuga all’estero. Di Gregorio, Giorgio Colangeli e il compianto Ennio Fantastichini sono il Professore, Giorgetto e Attilio, pensionati affaticati e disillusi che decidono di mollare tutto e ricominciare in un luogo qualsiasi del mondo che permetta loro di vivere con dignità. Un film dedicato a quello che Di Gregorio definisce “l’istinto buono che, chi più chi meno, abbiamo tutti”.

Nuovi film al cinema: in uscita commedie e autori

L’hotel degli amori smarriti
Chiara Mastroianni ha vinto il premio per la migliore interpretazione al Certain Regard del Festival di Cannes per questo nuovo film di Christophe Honoré. È proprio la sua performance ad impreziosire questa commedia della crisi (coniugale) su una donna che tradisce il marito (Benjamin Biolay) e lascia l’abitazione in cui vivono. Decide allora di rifugiarsi in un albergo che sta proprio difronte casa sua: da lì osserva il marito, il loro matrimonio, il suo passato. Se vi siete mai chiesti quanto può durare l’amore in una coppia, ecco il film che fa al caso vostro.

Criminali come noi
Sebastián Borensztein, il regista di Cosa piove dal cielo?, dirige ancora una volta Ricardo Darín in questa edificante commedia criminale ambientata nell’Argentina del 2011, quella travolta dalla crisi economica. Fermín e i suoi amici, in un paesino sperduto della provincia di Buenos Aires, decidono di ribellarsi al sistema che li ha messi in ginocchio: si vendicano della banca locale che ha rubato i loro soldi recuperando quello che gli appartiene. Ovviamente a modo loro.