Dove rivedremo la talentuosa Ludovica Nasti

Ludovica Nasti ci ha incantato con la sua fenomenale interpretazione di Lila nella serie TV L’Amica Geniale, e ci ha accompagnato nel pre-serale Rai nella fiction Un Posto Al Sole, ma ora è il momento di fare il salto nel grande schermo per questo giovanissimo talento!

Il nuovo film con Ludovica Nasti e Massimiliano Rossi de ‘Il Vizio della Speranza’ e ‘Gomorra’

Sarà mostrato in anteprima alla 18esima edizione dell’Ischia Film Festival e vedrà l’attrice in compagnia del formidabile Massimiliano Rossi, apprezzato moltissimo oltre che in Gomorra La Serie anche per la sua toccante interpretazione ne ‘Il Vizio Della Speranza’ di Edoardo De Angelis.

ludovica nasti

Il titolo del film con Ludovica Nasti è ‘Fame’, e racconta il destino di un uomo di fronte ad una scelta: vivere onestamente o delinquere. “Quando ho scritto quest’opera ero spinto dalla necessità di raccontare una tragedia silenziosa, quella della povertà, un tema purtroppo estremamente attuale. Lo presentiamo in anteprima alla kermesse cinematografica dedicata alle location in un momento storico dove le difficoltà e le divisioni sociali sono diventate marcate e insostenibili dopo l’avvento della pandemia da Covid-19 e gli scontri per le uguaglianze negli Usa” – racconta il regista Alessio Nuzzo, lo stesso di “Lettere a mia figlia” con Leo Gullotta.

Di cosa parla ‘Fame’, lo short film ambientato a Napoli

Ludovica Nasti e Massimiliano Rossi saranno i protagonisti di una vicenda molto umana che si muove sul concetto di possibilità. “Quante possibilità abbiamo nella nostra vita? E se avessi intrapreso l’altra strada, cosa sarebbe accaduto? Queste due domande le abbiamo poste a noi stessi almeno una volta nella vita. E il mio obiettivo è che lo spettatore si interroghi ancora una volta, cercando dentro di sé una risposta sincera”.

La location è Napoli, la terra d’origine dei due attori, nonché del magistrale Gigi Savoia, guest star della pellicola Napoli_ “Città meravigliosa, multietnica, accogliente, superba, misteriosa ed imponente con il lungomare, il Castel dell’Ovo, i vicoli del centro antico, i caratteristici “bassi”. Un dipinto, un omaggio ad una città che racchiude storie dimenticate ma indimenticabili” chiosa il regista.