Anche Christian De Sica colpito dal Covid: “Per fortuna sono guarito”

Ormai inarrestabili i bollettini dal mondo del cinema e dello spettacolo italiano: con un inaspettato annuncio su Il Messaggero, apprendiamo di Christian De Sica colpito dal covid: “Il maledetto virus ha colpito anche me”, ha raccontato l’attore e figlio d’arte. Ma come sta adesso?

Come sta Christian De Sica colpito dal virus

Addolorato anche lui per la scomparsa del maestro e collega Gigi Proietti, il mitico protagonista della commedia all’italiana anni ’70-80 ha raccontato come ha vissuto la malattia e questa difficile condizione di salute: “Ringraziando Dio me la sono cavata con una febbriciattola e debolezza diffusa, ho potuto curarmi in casa e da quattro giorni sono tornato negativo al tampone – spiega, anticipando subito la buona notizia.

L’ironia amara: “Sono alle soglie dei 70 anni, il virus è una brutta bestia”

Poteva andare peggio per Christian De Sica colpito dal covid, e l’attore romano non ne fa mistero, provando ad ironizzare con il suo proverbiale sarcasmo:
Io sono alle soglie dei 70, ho sconfitto il Covid e ho una grande fiducia nel futuro. Voglio morire giocando con un trenino […] In situazioni come questa bisogna avere un atteggiamento positivo. E io per fortuna ora sto bene“.

Scherzi e leggerezza a parte, non mancano le raccomandazioni: “Ricordo a tutti che il virus è una bruttissima bestia da cui bisogna difendersi” e qualche sguardo malinconico al prossimo futuro: “Faremo un Natale in forma ristrettissima senza parenti, senza amici e senza celebrazioni. E con una grande amarezza nel cuore perché le cose vanno male“. Nonostante nella sua carriera possa vantare una folta schiera di occasioni di risate proprio con tutti i suoi cinepanettoni natalizi – l’ultimo dei quali nuovamente in compagnia di Massimo Boldi (Natale su Marte) dopo la loro ‘separazione artistica’ – la sua riflessione e la sua vicinanza va a tutti quelli che in questo difficilissimo momento “per colpa della pandemia, si sono ritrovati senza lavoro”.