Che fine ha fatto Chiara Ferragni dopo Balocco e il video di scuse

1
354
chiara ferragni e balocco

I follower più attenti (e che sono rimasti a seguire il suo account) si staranno domandando che fine ha fatto la loro beniamina Chiara Ferragni dopo Balocco, la comunicazione dell’antitrust e il criticatissimo video di scuse: se non fosse per qualche post (quasi esclusivamente dedicato ai bimbi e al cane) pubblicato da Fedez, i ‘Ferragnez’ sembrerebbero ufficialmente usciti dai rotocalchi e dai piani editoriali web.

Il rapper è tornato sui social con momenti della vita familiare per cercare di mantenere almeno una delle due pagine Instagram coinvolte in questa vicenda. Foto di Leone e Vittoria con i regali di Natale, video divertenti disavventure del cane Paloma. Intorno a lui, voci e apparizioni di parenti e amici, mentre sua moglie è completamente assente da questo racconto delle feste, invisibile.

Niente foto di escursioni in montagna, niente relax nei chalet prenotati: l’unica meta quest’anno sembrerebbe esser stata la loro nuova casa a Milano, una vera e propria ‘ancora’ di serenità in tempi di tormenta.

Silenzio social per Chiara Ferragni dopo Balocco: il motivo

L’obiettivo, secondo il racconto de La Stampa, sembrerebbe esser chiaro: superare questa fase difficile che minaccia la sua carriera e la pace familiare. Ci sarebbero infatti dettagli su una task force organizzata dal suo staff, che coinvolgerebbe due studi legali (il primo, Gianni Origoni, si occupa degli aspetti legali, societari e civili relativi alla questione dei Pandori Balocco, mentre il caso passa a Marcello Bana per la parte penale) ed un’agenzia di comunicazione e reputazione online (Community), guidata dal fondatore e CEO Auro Palomba, per traghettare al meglio le varie realtà di questa questione.

chiara ferragni e balocco

Sebbene i contratti non siano ancora firmati, secondo il quotidiano, le tre entità starebbero già collaborando – principalmente per limitare la perdita di fan instagram dell’influencer (100 mila in meno in una settimana), ma soprattutto per preservare i contratti con marchi internazionali e italiani che in questi giorni stanno rivedendo collaborazioni anche annuali. Questo soprattutto dopo la separazione da Safilo, che ha messo in allerta l’intero team del brand Ferragni, insieme al gruppo Tod’s, che aveva inserito Chiara Ferragni nel consiglio di amministrazione nell’aprile 2021.

1 COMMENT