Beppe Fiorello contro Luca Argentero: è polemica tra i due attori

Fa discutere un tweet di Fiorello su “Gli orologi del diavolo” che chiama in causa “Doc - Nelle tue mani” e i suoi “modelli narrativi rassicuranti”

La polemica social che ha visto Beppe Fiorello contro Luca Argentero ha sorpreso il pubblico di Rai 1. Gli spettatori che seguono e sostengono le fiction dei due attori, Gli orologi del diavolo e Doc – Nelle tue mani, sono stati colti in contropiede dal messaggio arrivato da Fiorello sui social nelle scorse ore. L’attore ha postato una recensione della serie tv ispirata alla vera storia dell’eroe per caso Gianfranco Franciosi suscitando la perplessità del collega.

Beppe Fiorello contro Luca Argentero

Fiorello ha pubblicato su Twitter l’articolo che Stefano Balassone ha dedicato alla fiction sul motorista nautico infiltrato nel narcotraffico nel suo spazio della rubrica “Onda su onda” di Repubblica.

Beppe sottolinea in rosso un passaggio della recensione che è un richiamo diretto (e una frecciatina) a Doc – Nelle tue mani.

L’accoglienza del pubblico di Rai 1, nonostante l’assenza di ospedali, medici, infermieri e storie di corsia, è buona alla partenza. Potrà diventare più cospicua se gli spettatori riusciranno ad acciuffare il bandolo dell’emozione per un prodotto che mischia i moventi dell’avventura e del sentimento familiare.

Non contento, Fiorello ha rincarato la dose scrivendo che Gli orologi del diavolo segna “un nuovo passo per Rai 1”.

Una serie coraggiosa che non si avvale di modelli narrativi rassicuranti. Io ho sempre lavorato così, non mi piace andare sul sicuro.

Questo tweet ha subito attirato l’attenzione degli utenti, tra i quali Argentero stesso, che ha commentato con una replica dubbiosa e amareggiata.

Che strano tweet…

Beppe Fiorello contro Luca Argentero nelle serie tv Gli orologi del diavolo e Doc - Nelle tue mani
Beppe Fiorello e Luca Argentero (foto: Ufficio stampa Rai)

Beppe Fiorello, serie tv fa discutere sui social

Ma perché Fiorello ha scritto queste parole? Gli orologi del diavolo ha ottenuto buoni ascolti con le prime quattro puntate. Il doppio episodio d’esordio ha fatto quasi 5,2 milioni di spettatori con il 20,99% di share. Il secondo appuntamento ha raggiunto il 20,20% di share con 4,8 milioni di spettatori.

I numeri sono positivi, ma non come quelli di Doc – Nelle tue mani (una media di 7 milioni di spettatori con punte del 40% di share) o delle fiction di maggior successo di Fiorello, su tutte Volare – La grande storia di Domenico Modugno con i suoi oltre 10 milioni di telespettatori e una media del 36% di share.

Le reazioni sui social sono state un misto di stupore e indignazione: “Da spettatore ho stima per entrambi, ma questo tweet non è cortese nei confronti dei colleghi. Alle volte si parla tanto a sproposito di haters dei social, quando sono solo critiche con risvolti propositivi. Resta stima immutata, ma sarebbe il caso che vi sentiate in privato”, “Certo, Modugno era avanguardia… a rosicone!”.