Le strazianti parole di Tiziana Giardoni, la moglie di Stefano D’orazio dei Pooh

0
135

Dietro i numeri, i titoli e gli articoli di questo lungo, triste, periodo ci sono storie umane, come quella di Tiziana Giardoni (la moglie Stefano D’Orazio di Pooh), che racconta da vicino il dolore della scomparsa di suo marito, batterista di una delle band più famose d’Italia ed ennesima vittima della pandemia.

Il post su Instagram e le parole della moglie di Stefano D’Orazio dei Pooh: “Volevo salutarlo, come facevo ogni sera prima di addormentarci”

Non riesco a cancellare quella notte in cui ho visto Stefano per l’ultima volta – racconta ‘Titti’ al Corriere della Sera – aveva la febbre a 39 e mezzo, se ne è andato con il 118 guardandomi con lo sguardo impaurito e perso. Non l’ho potuto salutare, nè fargli una carezza: lui ne aveva bisogno, perché noi ci addormentavamo così”.

La moglie di Stefano D’Orazio ha raccontato che erano due anni, ormai, che il musicista aveva scoperto di essere immunodepresso. Di recente, il risultato inaspettato di un tampone: “Dopo un controllo di routine siamo risultati entrambi positivi al Covid: un leggero mal di gola, una tosse fastidiosa – alle 3 di mattina però la situazione è precipitata e la febbre è salita – […] Ho chiamato il 118, lo hanno portato via mentre li supplicavo di farmi salire: continuavo a dire “anche io ho il Covid”. Ma non c’è stato nulla da fare”.

Queste le uniche avvisaglie degli ultimi periodi: “Stefano aveva cominciato ad avere delle febbriciattole. Ma per tirarmi su il morale provava a farmi ridere o mi diceva di uscire con le amiche: non l’ho lasciato mai una volta, so che ne aveva paura […] A volte avrebbe preferito avere un nemico con un nome e cognome da combattere, invece non c’era qualcosa di definito da aggredire. Arrivavano quei momenti di down e lui ne usciva spossato”.

Una storia d’amore che durava dal 2007 e che tre anni fa è diventata un felice matrimonio. Tiziana in un momento del genere fa appello ai suoi ricordi più dolci e teneri: “La mattina dopo il nostro primo incontro, alle 6, già avevo nel telefonino un suo messaggio: dopo che aveva scoperto che anche il suo amico mi aveva chiesto il numero di telefono, temeva di arrivare tardi. Da quel giorno non ci siamo più lasciati: è una magra consolazione, ma so che Stefano non ha mai amato nessuna come me. E io l’ho ricambiato totalmente”.

Sarà forte così come avresti voluto

Su Instagram, la straziante dedica: “Sarò forte così come avresti voluto ..
mi prenderò cura di me perché questo è quello che volevi ..
Continuerò a sorridere perché tu amavi il mio sorriso ..
Porterò avanti i tuoi progetti perché hai speso tutte le tue energie per completarli..
Ma dammi del tempo amore mio grande .. non riesco a sopportare la tua assenza .. non ce la faccio .. sento tanto dolore .. e ho il cuore a pezzi .. non mi bastano i ricordi .. mi manca il tuo respiro .. la tua allegria .. le tue carezze .. mi manca l’aria .. mi manca la forza .. mi manchi tu!

Un altro terribile lutto di questo 2020, una notizia tragica che arriva dopo neanche una settimana dalla scomparsa di una grande icona italiana, Gigi Proietti.