Nessuno può correre al fianco di Tom Cruise nei film in cui recita l’attore

Annabelle Wallis ammette che il divo impone questa strana regola ai suoi colleghi

0
90

Le stranezze di Tom Cruise sono cosa nota, ma finora non era ancora emersa una richiesta davvero particolare: nei film in cui recita l’attore, è proibito a chiunque correre al suo fianco. È quanto emerge da un’indiscrezione filtrata nei giorni in cui il divo è ritornato sul set di Mission Impossible 7, che verrà girato consecutivamente assieme al suo sequel, e ha dovuto interrompere subito le riprese. Nessun contagio stavolta, ma un incidente dovuto ad uno stunt sbagliato. L’imprevisto ha causato un incendio sul set britannico dell’action thriller e danni alla scenografia pari a due milioni di dollari. È proprio durante la pausa forzata dalle riprese che sono spuntati i rumors sulla strana pretesa di Cruise.

Tom Cruise, corsa da solo sui set: ecco perché

L’attore, oltre che per gli allenamenti massacranti e per la scelta di girare le scene d’azione in prima persona, è famoso per le pretese bizzarre. Guidato dalla gelosia nei confronti dei suoi stunt (e della loro altezza), la star di Mission Impossible non vuole nessuno accanto a lui nelle scene in cui è impegnato in adrenaliniche corse mozzafiato.

Il motivo? Chi non è in forma ed armonico come lui rovina la tensione della scena. Lo rivela Annabelle Wallis, l’attrice che ha recitato con Cruise e Russell Crowe nell’horror La mummia, clamoroso flop al botteghino nel 2017. La Wallis racconta a The Hollywood Reporter che Cruise impone una rigida regola nei suoi film: l’unico a correre deve essere lui. Per lei ha fatto un’eccezione perché è stato colpito dalla dedizione che metteva in palestra nei training quotidiani sul tapis roulant.

Tom Cruise, film da solista quando c’è da correre

“Volevo correre con lui sullo schermo – spiega l’attrice – e mi sono letteralmente tolta questo sfizio. Dopo che mi aveva detto che a nessuno è consentito correre assieme a lui in scena, ho replicato di quanto fossi brava a correre. Ho dovuto superare un test sul tapis roulant per convincerlo, dove sono stata cronometrata. È stato più divertente di vincere un Oscar”.

La Wallis, stranezze a parte, spende solo parole al miele per il collega. “Tom – ammette l’attrice – è unico. È una vera stella del cinema, fa tutti i suoi stunt. È parte integrante di quest’industria che adora ed è un cinefilo. Penso che le persone ammirino tantissimo il livello di passione e di amore per il cinema che ha lui, il suo desiderio di eccellere, di crescere e andare oltre i limiti. Sta proprio su un altro livello, e io sono riuscita a riempire una casella lavorando con lui”.

Un primo piano di Tom Cruise in una scena del film La mummia
Tom Cruise in La mumma (foto: Chiabella James / Universal Pictures)

Tom Cruise oggi: Mission Impossible vale quanto i km percorsi

Secondo una recente (e davvero singolare) classifica, le corse sfrenate di Tom Cruise sullo schermo sono proporzionali al successo che i film in cui appare hanno al box office. Ovvero: più metri percorre il personaggio interpretato dall’attore e più aumentano i guadagni.

Lo dimostrano i successi dei film in cui corre di più: Vanilla Sky, Minority Report, la saga di Mission Impossible (in attesa del settimo capitolo, in uscita a novembre 2021 se i cinema rimarranno riaperti) e La guerra dei mondi.

Unica eccezione La mummia, costato quasi 200 milioni di dollari e capace di incassarne nel mondo appena 410. Sarà proprio perché Cruise ha dovuto condividere la corsa con la Wallis?