Franca Valeri, la richiesta della figlia: “Niente fiori, aiutate i cani abbandonati”

Stefania Bonfadelli ha invitato tutti quelli che andranno alla camera ardente a fare una donazione alla onlus che la mamma aveva fondato nel 2004 a Trevignano

Franca Valeri, morta domenica 9 agosto pochi giorni dopo aver compiuto 100 anni, è stata una vera e propria paladina degli animali. Amante dei cani, l’attrice aveva fondato nel 2004 un’associazione a suo nome a Trevignano Romano, sul lago di Bracciano. La Onlus è nata dal suo incontro con una giovane signora tedesca, Marianne Hegenberger. Il compagno della donna si era trasferito a Trevignano per lavoro e Marianne si rese subito conto di quanti cani abbandonati popolavano le strade del paesino laziale.

Franca Valeri, onlus per aiutare i cani abbandonati

Qualcuno le parlò di Franca Valeri, che abitava già a Trevignano da anni, e del suo grande amore per gli animali. Marianne chiese di essere ricevuta dall’attrice e le spiegò il suo proposito di adoperarsi per aiutare a sconfiggere il randagismo. Dal loro incontro è nata l’associazione che si prende cura di cani malati e di cuccioli nati da cagne randagie o lasciati in campagna. La Onlus è attiva pure nella campagna informativa per le sterilizzazioni e nel trovare una famiglia ai cani abbandonati.

“Con i cani – amava ripetere l’attrice – mi sento tranquilla e felice. Con le persone… ci dovrei pensare”. Non a caso chi desidera portare l’ultimo saluto all’indimenticabile “signorina snob” della storia dello spettacolo e della cultura italiana potrà farlo con una donazione al rifugio di Trevignano.

La figlia della Valeri, Stefania Bonfadelli, ha invitato tutti quelli che andranno lunedì 10 agosto dalle 17 alle 20 al Teatro Argentina di Roma, dove è stata allestita la camera ardente, ad evitare i fiori. “In realtà – si legge sulla pagina Facebook della Onlus – sarai sempre con noi perché le vere stelle non muoiono mai ma continuano a vivere nel cuore di chi le ha amate ed ammirate. A noi lasci il testimone del tuo amore per gli animali e continueremo con orgoglio l’opera iniziata da te. Ciao Franca, sei solo dall’altra parte”.

Franca Valeri con il suo cagnolino
Franca Valeri (foto: Instagram @associazionefrancavaleri)

Franca Valeri è morta, la figlia: “Niente fiori, aiutate i cani”

A pochi giorni dal compimento dei 100 anni, Franca Valeri se n’è andata circondata dall’affetto dei suoi amici a quattro zampe. “Ho sempre amato gli animali – raccontava – la mia passione inizia da piccolissima. Avevo appena tre anni e già ero innamorata persa dei cani. Ma anche i gatti hanno un posto nel mio cuore. Ho vissuto gran parte della mia vita con entrambi. C’è stato un periodo in cui ho avuto anche un asino”.

A beneficiarne sarà il piccolo centro di salvataggio che ha contribuito a creare. Quell’avamposto di prima accoglienza “che offre ospitalità a una manciata di anime sottratte ai maltrattamenti o mollate in strada da umani senza cuore”.

Ciao Franca!In realtà sarai sempre con noi perché le vere stelle non muoiono mai ma continuano a vivere nel cuore di…

Publiée par Associazione Animalista Franca Valeri – ONLUS sur Dimanche 9 août 2020