The Band, cos’è e come funziona il nuovo show musicale di Carlo Conti in onda su Rai 1

Debutta il 22 aprile, è un talent in stile "Tale e Quale" e ha una giuria d'eccezione

1
198
Un primo piano di Carlo Conti
Carlo Conti

The Band, come il gruppo di Robbie Robertson che per anni ha accompagnato Bob Dylan e protagonista del più famoso concerto d’addio della storia della musica, The Last Waltz. Si chiama così il nuovo programma di Carlo Conti che ha come fulcro proprio le radici del rock e del pop. Il format è quello del varietà musicale in forma di talent, con una giuria di esperti davvero d’eccezione.

The Band: Carlo Conti porta il rock su Rai 1

La formula di The Band è semplice: gli autori hanno selezionato otto band che si sfidano in una gara di cover dal vivo. In ogni puntata i gruppi si cimentano nei rifacimenti di canzoni famose di alcune delle formazioni più celebri del panorama nazionale e internazionale di ieri e di oggi.

Le band in competizione hanno ognuna un tutor: una sorta di allenatore che dall’alto della propria esperienza fornisce consigli e dritte su cosa e dove migliorare. Tra i coach spiccano il frontman dei Tiromancino Federico Zampaglione, Marco Masini (fresco di Premio Bindi alla carriera) e Giusy Ferreri, lanciata proprio da un talent come X Factor e reduce dalla partecipazione al Festival di Sanremo con il brano Miele. Gli altri tutor sono Irene Grandi, Dolcenera, Francesco Sarcina (il cantante delle Vibrazioni), Enrico Nigiotti e Rocco Tanica.

Un primo piano di Carlo Conti
Carlo Conti (foto: Ufficio stampa Rai)

The Band, Carlo Conti chiama una giuria speciale

I tre illustri giurati della prima edizione di The Band sono Asia Argento, Gianna Nannini e Carlo Verdone. L’attrice è famosa per l’anima rock e ha realizzato due album: Total Entropy e il recente Music From My Bed, prodotto da Holly e con la partecipazione di Eugenia Di Napoli, DJ Gruff e la figlia Anna Lou.

La Nannini non ha bisogno di presentazioni: è uno dei primi nomi che viene in mente quando in Italia si parla di pop e rock al femminile. Anche l’amore del regista e attore romano per la musica rock è cosa nota: ha riempito i suoi film di riferimenti ai classici degli anni ’70, suona la batteria, ha una predilezione per Jimi Hendrix e David Sylvian ed è un collezionista di vinili.

Non è da meno Carlo Conti. Dagli esordi come DJ e speaker radiofonico alle tre edizioni di Sanremo che ha diretto e condotto, passando per l’aiuto agli artisti in difficoltà durante la pandemia, di musica ne macina ogni giorno. Negli anni ’80 ha persino inciso alcuni singoli synth pop di culto come Through the Night a nome Konty.

Le puntate previste della trasmissione sono quattro e vengono trasmesse dal Teatro Verdi di Montecatini. The Band va in onda a partire dal 22 aprile ogni venerdì sera, la collocazione forte dei programmi che hanno fatto la fortuna del conduttore come Tale e Quale Show e Top 10.

1 COMMENT

  1. […] Carlo Conti, presentatore del premio cinematografico, ha dichiarato che: “Questa serata deve avere soprattutto il compito di stimolare gli spettatori a tornare al cinema. Uno dei compiti principali che deve avere questo premio è stimolare il pubblico a tornare in sala“. Ad affiancarlo alla conduzione Drusilla Foer, felicissima di partecipare a questa nuova edizione dei David di Donatello: “Mi si accende il cuore quando riaprono i luoghi di cultura, creatività e libertà perché credo che questo ci salverà da tutto l’orrore che ci circonda. Amo tantissimo il cinema e sono felice che ora le sale si riempiranno di nuovo. Il cinema è una forma espressiva di grande civiltà e vitalità che tutti noi, dopo questi due anni di pandemia, ci meritiamo” […]