L’indignazione di Romina Power su Ylenia: il nuovo dettaglio sulla scomparsa

Ancora un momento di forte dolore e indignazione per Romina Power su Ylenia e sul caso della sua scomparsa: dopo le ultime toccanti dichiarazioni di qualche mese fa in occasione del suo compleanno, ecco la nota ufficiale diffusa dal suo ufficio stampa successivamente alla visione di un programma spagnolo intitolato ‘Lazos de sangre’.

Cos’ha fatto scattare la tristezza e indignazione di Romina Power su Ylenia Carrisi

Andato in onda lo scorso 24 giugno, il programma di cronaca nera aveva posto il focus sulla vicenda della famiglia Power-Carrisi, e in seguito proprio alla trasmissione dello show spagnolo la cantante, attraverso il suo avvocato, ha voluto esprimere il suo profondo disappunto per quanto aveva visto sul piccolo schermo:

La Signora Romina Power, fortemente provata dalla visione della puntata andata in onda alle ore 22.05 del 24 giugno 2020 di ‘Lazos de Sangre’, dedicata alla famiglia Power-Carrisi – si legge nel comunicato – si esprime con le seguenti parole: «Ho visto la trasmissione ‘Lazos de Sangre’ e sono sgomenta; quante persone hanno parlato di me, di Albano e di mia figlia Ylenia senza conoscere i dettagli, avanzando illazioni e fornendo dati errati. Nessuno mi ha contattato per conoscere la mia verità e la speculazione sul tema di mia figlia in TV questa volta ha toccato il fondo e deve terminare una volta per tutte. Non sono ancora morta. Avrebbero potuto incontrarmi per intervistare anche me. Quando terminerà questo martirio? Da ora, si occuperanno della questione i miei legali. Romina Power».

Un primo piano di Ylenia Carrisi
L’indignazione di Romina Power su Ylenia: il nuovo dettaglio sulla scomparsa della figlia della celebre coppia venuto fuori dal tv show

Ma l’indignazione di Romina Power su Ylenia e il modo in cui il programma ha narrato i tragici fatti non si è fermata qui: ”A seguito dell’accaduto e a tutela della famiglia Power-Carrisi informiamo che sono state intraprese le opportune iniziative legali nei confronti della trasmissione e del suo presentatore”, si legge infatti nella conlcusione della comunicazione ufficiale.