Il post di Lodo Guenzi sul bullismo: “Da piccolo mi chiamavano Cinzia”

1
225
lodo guenzi sul bullismo

Insieme alla rimozione di Via Col Vento dal catalogo HBO per contenuti razzisti, la notizia del giorno di mercoledì 10 giugno nello showbusiness italiano è senz’altro lo struggente post di Lodo Guenzi sul bullismo. Il celebre cantante de Lo Stato Sociale ha raccontato com’era la sua vita da ragazzino, le angherie subite e i comportamenti violenti dei suoi compagni più presuntuosi. E alla fine ha lanciato un messaggio motivazionale e bellissimo…!

Il post di Lodo Guenzi sul bullismo fa il giro del web: “Da piccolo mi prendevano di mira perché ero delicato, biondino, effemminato”

È la prima volta che lo scrivo. Ci ho pensato molto se avesse senso e sì, ha senso. da ragazzino sono stato bullizzato. ecco, l’ho detto – una confessione molto intima accompagnata da una foto da bambino, sorriso smagliante inconfondibile e sguardo spensierato. Nonostante tutto – non credo sia successo solo a me, ma è così. troppo esile, effeminato, biondino. a dire il vero almeno ero in una classe in cui se la prendevano con un ragazzetto italiano e non con il compagno pakistano o bengalese, che sono sempre stati i miei migliori amici. qualche botta, un pomeriggio in un bidone e un’eterna insistenza sulla mia presunta omosessualità che devo dire già allora come ipotesi non mi dava fastidio.”

lodo guenzi sul bullismo

Il post di Lodo Guenzi sul bullismo continua poi così: “Mi chiamavano cinzia, come il nome di una bici da donna. curiosamente, le uniche che mi piace guidare adesso. credo che gran parte della mia smodata fame di fare cose grandi sia nata lì, o forse dal rimpianto per aver chiesto aiuto e cambiato scuola, cosa che ancora mi fa sentire un vigliacco.”

La sua vita però gli ha riservato molte sorprese: la carriera di successo del suo gruppo, Lo Stato Sociale (che si è piazzata al secondo posto dell’edizione 2018 di Sanremo con il singolo Una Vita In Vacanza) ha decisamente riscattato un’infanzia ingiusta. “Quando incontro qualcuno dei miei bulli adesso mi trattano come una star – ha infatti raccontato l’ex giudice di X Factor – io faccio gran sorriso e so che da bambini è un casino per tutti e neanche se ne saranno accorti ma non riesco a non odiarli, eh vabbè… questo per dirti una cosa: ti hanno fatto del male, peggio che a me. ma se la tua vita va avanti, allora gli stronzi hanno perso”

1 COMMENT