Cos’è successo a Beppe Convertini in ospedale: “La faccia completamente distrutta”

0
297
Cos'è successo a Beppe Convertini in ospedale:

La foto di Beppe Convertini in ospedale sta allarmando moltissimi spettatori: il celebre conduttore di Linea Verde ha avuto infatti un brutto incidente che lo ha fatto finire sotto i ferri. A spiegare cosa sta vivendo in questi momenti difficili è lui in persona, dai suoi account social:

Il messaggio inviato agli spettatori di Beppe Convertini in ospedale

Buongiorno amiche e amici, come va?” – si legge sul suo profilo Instagram – Io purtroppo sono in ospedale da due giorni..Ecco che ti succede quando sei in #moto e un’#auto ti taglia la strada… ma grazie al dott. @d_scopelliti e al personale del #sanfillipponeri a #roma il mio naso e occhio sono tornati al loro posto!

Cos'è successo a Beppe Convertini in ospedale:

Un incidente stradale che non solo a costretto Beppe Convertini in ospedale, ma che lo ha anche messo davanti ad una difficile decisione: registrare il suo amatissimo programma anche durante le fasi di questo processo di ricostruzione? “In queste due settimane ho lavorato nonostante la faccia completamente distrutta, occhio nero, naso rotto, punti di sutura naturalmente per il senso del dovere inculcatomi in #famiglia e nella mia amata #puglia ..i valori antichi delle nostre nonne e dei nostri nonni : la famiglia, il lavoro , il rispetto appunto il senso del dovere..infatti mi avete visto con gli occhiali da vista a tentare di coprire registrando @lineaverderai1 la domenica su @rai1official , uno spot e tanti altri lavori..ora mi sono fermato per qualche giorno perché non potevo fare altrimenti e mi sono operato..in ospedale si fanno tanti incontri con persone che stanno soffrendo realmente e necessitano di aiuto..almeno ricordiamoci di regalare loro un #sorriso ..la terapia più importante assieme alla #preghiera“, conclude, comunicando un bellissimo messaggio sia di speranza e fiducia che di incrollabile senso del dovere e gratitudine verso la Rai e, naturalmente, tutti quelli che lo seguono da casa.

Gli auguriamo una guarigione veloce, indolore e il più leggera possibile.