La critica feroce di Ringo ai Maneskin (e alla musica di oggi)

0
222
ringo ai maneskin
Pillon contro Damiano dei Maneskin

La loro carriera prosegue, così come le file di detrattori del loro incredibile e fulminante successo: se avete letto le parole non troppo ‘entusiaste’ che ha dedicato il celebre Ringo ai Maneskin nella sua ultima intervista al Corriere della Sera, sapete di cosa stiamo parlando.

Il motivo e le argomentazioni della critica di Ringo ai Maneskin

Va detto, le premesse dello storico Dj, conosciuto all’anagrafe come Rocco Maurizio Anaclerio, non riguardano solo la band di Damiano che ha stravolto X Factor e Sanremo, ma riguarda il panorama attuale musicale: “Posso dirlo? – confessa – Il panorama attuale mi fa cagare. Ho sentito Viola di Fedez e Salmo, non si offendano, ma è terrificante. Poteva farla Orietta Berti. Se questi sono i giovani che fanno musica

Ma il giudizio dato da Ringo ai Maneskin è, se possibile, ancora più ‘catastrofico’:

“Sono un surrogato di un prodotto di marketing, non hanno nulla di vero, nemmeno il reggicalze. Per fare rock’n’roll c’è una cosa molto importante: non puoi essere un poser. La risposta è Iggy Pop. Dai Maneskin mi aspetto un pezzo vero e poi sono pronto a ricredermi.” In particolare, la critica si riferisce alla scelta di presentare Zitti e Buoni come inedito: “L’hanno presentata a Sanremo. Capisce dove è l’errore? Un gruppo rock non dovrebbe essere al Festival di Sanremo” ha aggiunto, prima di indicare un ritratto appeso: “Vede quella foto? Ci sono quattro star che sono nell’olimpo: James Dean, Elvis, Humphrey Bogart, uno dei più fighi di tutti, Marilyn Monroe l’icona. Il rock ha leggi ben precise, integraliste, devi rispettarle. Uscire da un talent come X Factor non è rock

ringo ai maneskin

D’altra parte, non molto tempo fa il Dj 62enne aveva già risposto per le rime a Damiano, che aveva espresso sconcerto per le elezioni in Italia, definendo il risultato elettorale ‘un giorno triste per la Nazione’, una riflessione che lui ha commentato così: “La nazione è triste da quando hai cominciato a fare musica.