Razzismo a Tale e quale show? La polemica

1
222
razzismo a tale e quale show

A lanciare le accuse nei confronti del programma condotto da Carlo Conti è stata la youtuber Tia Taylor che, attraverso il suo profilo Twitter, ha tacciato lo show di razzismo nei confronti del popolo nero. “Intanto in Italia sarebbe “rivoluzionario”, “inaudito”, “innovatore” e “nuovo” dipingersi il volto di nero e imitare (poveramente) le persone di colore in televisione”, ha scritto la Taylor ripostando la performance della Bonanno e parlando di “blackface”.

Tia Taylor
@MissTiaTaylor_
Meanwhile in Italy, it would be “revolutionary,” “unheard of” “progressive” and “new” to not paint yourself black and imitate black people (poorly) in the media…

razzismo a tale e quale show


Con questo termine si identifica “uno stile di makeup teatrale che nel 1800 consisteva nel truccarsi in modo marcatamente non realistico per assumere le sembianze stilizzate di una persona di pelle nera”. Il blackface si è concluso in America con il Movimento dei Diritti Civili di Martin Luther King, che ne denunciò i preconcetti razzisti e denigratori negli anni sessanta, e oggi viene identificato come atto razzista. Di questo, dunque, è stato tacciato Tale e Quale show e, se il programma e i vertici Rai hanno preferito non replicare alle accuse, Roberta Bonanno ha voluto dire la sua in merito.

Presa di mira per essersi dipinta il volto di nero per interpretare Beyoncè, l’artista ha sbottato su Twitter rimandando al mittente le accuse di razzismo. “Dare del razzista pubblicamente è un’offesa enorme e forse anche perseguibile! – ha twittato la concorrente di Tale e Quale show – . Se solo voi foste a conoscenza della mia vita privata vi rimangereste indubbiamente queste parole! Magari fossi nata Beyoncé o Aretha magari!”

1 COMMENT