Lolita Lobosco, arriva su Rai 1 la nuova fiction con Luisa Ranieri

Tutto quello che c'è da sapere sulla "versione femminile" di Montalbano, ispirata all'agente creata dalla scrittrice Gabriella Genisi

Lolita Lobosco è una commissaria di polizia davvero insolita: una bellissima donna del Sud che ha scelto di fare la poliziotta per combattere le prepotenze e farsi rispettare in un mondo dominato dai maschi. A prestare volto e corpo all’agente creata dalla penna della scrittrice Gabriella Genisi sarà Luisa Ranieri, reduce dallo strepitoso successo di La vita promessa. Le prime indiscrezioni su questa nuova fiction sono trapelate proprio alla fine della seconda stagione del period drama di Ricky Tognazzi.

Lolita Lobosco, Luisa Ranieri e Zingaretti si “sfidano”

Rai 1 sta lavorando, per stessa ammissione della Genisi, a questa serie poliziesca interpretata dalla Ranieri: un curioso corto circuito perché l’autrice pugliese ha sempre ammesso di essersi ispirata per la sua Lolì al commissario Montalbano di Andrea Camilleri, reso iconico sul piccolo schermo dal marito dell’attrice, Luca Zingaretti. La coppia, che “sponsorizza” l’importanza della famiglia ad ogni apparizione social, sarà quindi protagonista di una inedita “sfida”.

Per il momento, non si conoscono molti dettagli sugli altri attori che affiancheranno la Ranieri: a quanto pare, è certa nel cast la presenza di Lunetta Savino, che interpreterà la madre di Lolita. Gli altri personaggi principali della saga sono i collaboratori della Lobosco, Forte ed Esposito, l’amica del cuore Marietta e il compagno Stefano.

Prodotta da Rai Fiction con Zocotoco e Bibi Film, la serie sarà diretta Luca Miniero, il regista di commedie come Sono tornato, Non c’è più religione e il dittico Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord.

Un primo piano di Luisa Ranieri in La vita promessa
Luisa Ranieri in La vita promessa (foto: Ufficio stampa Rai)

Luisa Ranieri, La vita promessa e ora un noir al femminile

I gialli di Gabriella Genisi incentrati sul personaggio della Lobosco, editi da Marsilio, sono sette: La circonferenza delle arance, Giallo ciliegia, Uva noir, Gioco pericoloso, Spaghetti dell’assassina, Mare nero e Dopo tanta nebbia.

La prima stagione dovrebbe attingere a La circonferenza delle arance, il racconto d’esordio della commissaria barese doc, chiamata ad indagare sull’arresto di uno stimato professionista (che lei conosce molto bene) accusato di stupro.

L’inizio delle riprese della fiction era previsto per la fine di marzo 2020, ma i ciak sono stati rimandati a data da destinarsi per l’emergenza sanitaria che ha colpito il Paese. In attesa di aggiornamenti, salutiamo con piacere l’arrivo in tv di un noir delicato ed ironico dedicato ad una donna in cui tutte le donne possono identificarsi.