Happy Days compie 50 anni: come sono oggi gli attori del cast

Leggi il nostro articolo per scoprire come sono diventati gli attori della serie tv cult degli anni '70 e '80

0
550
Il cast di Happy Days
Il cast di Happy Days

Il 15 gennaio 1974 debuttava negli Stati Uniti una delle sitcom più amate e iconiche di sempre: Happy Days. Creata da Garry Marshall e trasmessa da ABC, la serie è durata 11 stagioni (dal 1974 al 24 settembre 1984) per un totale di 255 puntate, arrivate in Italia nel dicembre del 1977, prima su Rai1 e poi su Canale 5. Ma a 50 anni dal suo esordio, che fine hanno fatto e come sono diventati gli attori del cast?

Happy Days, 50 anni della serie tv: che fa il cast oggi?

Gli unici di cui si sa più o meno tutto sono Ron Howard e Henry Winkler. Diventati grandi amici fuori dal set, gli interpreti di Richie Cunningham e Fonzie hanno proseguito con successo la carriera a Hollywood: Howard come regista (sono suoi film come Splash – Una sirena a Manhattan, Cocoon, Willow, Apollo 13, Il Grinch, A Beautiful Mind e Rush), Winkler come attore e scrittore di libri per ragazzi, professione che gli ha permesso di elaborare le difficoltà della sua infanzia caratterizzata dalla dislessia.

Tom Bosley era Howard Cunningham, padre e pilastro della famiglia: purtroppo è morto nel 2010 a 83 anni per un’infezione da stafilococco, maturata da quando stava combattendo contro un cancro ai polmoni. Marion Ross era la mamma, Marion Cunningham. Oggi ha 95 anni e nel 2021, dopo una lunghissima carriera tra cinema e televisione, si è ritirata dal mondo dello spettacolo.

I Cunningham avevano anche una figlia, la mitica Sottiletta interpretata da Erin Moran. Grazie al successo della serie, l’attrice è stata protagonista dello spin-off Jenny e Chachi ma progressivamente è stata inghiottita dalla depressione e dalle dipendenze. Alla fine degli anni Novanta, Moran si è ritrovata senza un soldo e costretta a vivere nella roulotte della suocera. L’attrice è morta il 22 aprile 2017 a Corydon, in Indiana, ad appena 56 anni per un cancro alla gola.

Erin Moran e Marion Ross di Happy Days insieme nel 2016
Erin Moran e Marion Ross nel 2016

Happy Days, cast tra addii e attori ancora famosi

Ralph Malph, il clown della comitiva di amici, era interpretato da Don Most. Dopo pochi anni dalla fine della serie, l’attore si è dato al lavoro di doppiatore (in particolare di cartoni animati), disegnatore e comico. Anson Williams era il migliore amico di Richie, Fonzie e Ralph: Potsie. Destino diverso per lui: con la fine dello show, ha lasciato la recitazione e si è dedicato agli affari, prima nel mondo della ristorazione e poi in quello della cosmetica. Sposato con la scrittrice Sharon MaHarry, nel 2022 si è persino candidato a sindaco di Ojai, in California, sconfitto dalla sua sfidante Betsy Stix per appena 42 voti.

Al Molinaro era Al Delvecchio, un personaggio decisamente amato dal pubblico di Happy Days: era il proprietario di Arnold’s, cuoco provetto e pessimo suonatore di ukulele. L’attore italo-statunitense (il suo vero nome era Umberto Francesco Molinaro) è morto nel 2015 a 96 anni dopo essersi ritirato dalle scene e aver fatto l’autore di racconti per ragazzi.

Chi fine ha fatto, infine, Scott Baio? L’interprete di Chachi, il cugino di Fonzie e sposo di Sottiletta, è tornato alla ribalta televisiva negli anni Novanta grazie a Un detective in corsia e ha avuto un reality show tutto suo. Oggi è protagonista del podcast Scott Baio’s Take On Life, porta avanti il lavoro della Bailey Baio Angel Foundation (una Fondazione intitolata alla figlia scomparsa a causa di un meningioma) e fa spesso discutere per le sue posizioni repubblicane conservatrici, tra teorie della cospirazione e supporto a Donald Trump.