Selvaggia Lucarelli accusa Giletti di spettacolarizzare la guerra: la difesa di Rita Dalla Chiesa

Dopo il botta e risposta tra la giudice di "Ballando" e il giornalista, interviene anche la conduttrice

0
125
Selvaggia Lucarelli, Massimo Giletti e Rita Dalla Chiesa
Selvaggia Lucarelli, Massimo Giletti e Rita Dalla Chiesa

La puntata di Non è l’Arena del 20 marzo è stata una delle più complicate di tutto il 2022 per Massimo Giletti. Il giornalista è tornato alle origini, quando era un reporter per Mixer, e ha deciso di condurre il programma di La7 dal fronte. Giletti è partito per Odessa, la città ucraina assediata dall’esercito russo, e ha portato al pubblico una testimonianza diretta del conflitto. Una scelta che ha sollevato un polverone sui social e ha irritato in particolare Selvaggia Lucarelli.

Giletti a Odessa: Selvaggia Lucarelli la prende male

La giudice di Ballando con le Stelle denuncia il pericolo di trasformare la guerra in uno spettacolo e lo manifesta apertamente in una serie di tweet al veleno. “A Odessa – scrive Lucarelli – c’è il coprifuoco dalle 20 (lì sono 1 ora avanti). Come faceva Giletti a stare per strada? O lo ha violato o l’inizio era registrato”.

“La cosa più inquietante – rincara la dose in un cinguettio successivo – è che vedi Giletti a Odessa che dovrebbe raccontare la guerra e improvvisamente sembra tutto il set di un film di serie B”.

Il cinguettio velenoso di Selvaggia Lucarelli su Non è l’Arena

“La prima parte del collegamento con Giletti in cui lui sembrava in diretta tra spari e missili – specifica senza sosta – era registrata alle 18,45 circa, poco prima del coprifuoco. Ovviamente si è ben guardato dal dirlo per non togliere il brivido agli spettatori”.

Non contenta, Lucarelli aggiunge un altro carico qualche ora dopo la fine del programma. “Mai come stasera – specifica – dobbiamo rispettare chi va a documentare la guerra senza personalismi, senza spettacolarizzazione, senza retorica, senza usare i cadaveri per fare show, senza il suo faccione davanti a quello che accade”.

Selvaggia Lucarelli, Massimo Giletti e Rita Dalla Chiesa
Lucarelli accusa, Giletti risponde: la difesa di Rita Dalla Chiesa

Giletti Lucarelli: è scontro tra i due

Raggiunto dall’Adnkronos, Giletti dimostra di non aver preso bene le parole della giornalista. “Credo che la Lucarelli esprima il suo meglio quando alza le palette a Ballando con le Stelle – tuona il conduttore torinese che si definisce “un anarchico di questo mestiere” –. Non merita nessun altro tipo di commento”.

La replica di una piccantissima Lucarelli non tarda ad arrivare, sempre via social. “La povertà intellettuale di Giletti – risponde la blogger – sta anche nel non saper rispondere nel merito (la spettacolarizzazione della guerra), ma di fare la battuta dal retrogusto maschilista della serie ‘occupati di cose frivole’. Che non racconta nulla di me, ma molto di lui, ancora una volta”.

In difesa di Giletti si lancia invece Rita Dalla Chiesa. “Giletti che va letteralmente a curiosare tra quei poveri corpi martoriati per fare audience, mi fa venire il voltastomaco – scrive un suo follower su Twitter –. Questo non è giornalismo, questo è un’altra cosa che evito di dire”.

“Meglio leggere le agenzie in studio, vero? – il rimprovero di Dalla Chiesa – Ma pochi hanno le palle di andare dove si sta combattendo una guerra odiosa, inaccettabile. E di far ‘vedere’ la morte che questa guerra produce. Vicina a tutti gli inviati che rischiano la loro vita sotto le bombe”.

Rita Dalla Chiesa sta dalla parte di Giletti e di tutti i reporter