Annalisa Minetti ha perso completamente la vista: “Ora è nero totale”

La cantante, 46 anni, rivela che sta peggiorando anche anatomicamente, "ma neanche me ne accorgo a questo punto"

0
245
Un primo piano di Annalisa Minetti
Annalisa Minetti (foto: Facebook @annalisaminettiofficial)

La malattia di Annalisa Minetti ha finito per oscurare il suo mondo. La cantante e atleta paralimpica, 46 anni, ha dichiarato di aver perso completamente la vista. Fino ad oggi, Minetti riusciva a scorgere le silhouette delle persone e degli oggetti. Ora non riesce più a vedere nemmeno quelle ombre. È “nero totale”, ha detto in un’intervista concessa al quotidiano La Verità.

Annalisa Minetti, malattia si è aggravata

Affetta da retinite pigmentosa, una degenerazione progressiva e bilaterale della retina, l’ex stella di Sanremo ha cominciato a perdere la vista a 18 anni. Nonostante un intervento rivoluzionario che con una speciale tecnologia le ha permesso di riconoscere le forme, l’ex concorrente di Miss Italia rivela che la sua situazione è decisamente peggiorata.

“Un po’ rosico, che non posso più vedermi. Sono come mi sento: oggi in tuta, e quando vado in tv vestita da gnocca”, ha raccontato a La Verità. “L’oculista mi ha detto poco tempo fa che anche anatomicamente sto peggiorando, ma neanche me ne accorgo a questo punto. Mio padre mi ha sempre detto: sarai tu la luce. Faccio quel che posso”, ha aggiunto.

Madre di due figlie, Minetti ha avuto una lunga carriera nello spettacolo con un trionfo e un secondo posto a Sanremo, nello sport con una medaglia di bronzo nei 1500 metri alle paralimpiadi di Londra e in politica. Candidata alle elezioni del 2013 alla Camera con Scelta civica, la lista di Mario Monti, non è stata eletta. Di quell’esperienza conserva un pessimo ricordo.

Annalisa Minetti premiata al Festival di Sanremo 1998
Annalisa Minetti al Festival di Sanremo 1998

Annalisa Minetti cieca completamente

“Spesi la mia parola con tante associazioni nel sociale. Ero convinta che il quinto posto in lista fosse sicuro, non avevo capito che stavo solo aiutando chi era stato messo prima di me. Sono stata uno strumento per altri. Fu una fregatura: la politica trascura chi soffre, vedi Bibbiano”, ammette Minetti.

Nonostante il suo handicap, la cantante non si è mai lasciata abbattere. Anzi: è stata portavoce della disabilità in contesti e situazioni – dai concorsi di bellezza alla piazze dei comizi – dove parlarne era un tabù. Oggi continua ad aiutare i più deboli, ma non sopporta la parola inclusione.

“Mi pare invece che stiamo dividendo il mondo per categorie, e non per persone, che hanno ciascuna un valore. Omosessuali, persone con ritardo cognitivo, non vedenti… Si divide, non si unisce”, le sue parole.