Non mi lasciare 2 ci sarà? Il messaggio di Vittoria Puccini fa sperare i fan

Al momento non ci sono conferme ufficiali da parte della Rai e di Paypermoon, ma le parole dell'attrice incoraggiano chi ha apprezzato la serie

0
25
Alessandro Roia e Vittoria Puccini in una scena di Non mi lasciare
Alessandro Roia e Vittoria Puccini in una scena di Non mi lasciare

Non mi lasciare 2 si farà? Difficile dirlo. La fiction di Rai 1 è nata come una miniserie in 8 episodi (quindi auto-conclusiva) e ha ricevuto un’accoglienza contrastante. Sul fronte degli ascolti, la serie è partita col botto (4,5 milioni di spettatori e 20,32% di share per il debutto del 10 gennaio) ma col passare degli episodi l’interesse del pubblico è scemato, fino a toccare una media del 16% di share nelle ultime puntate.

Non mi lasciare 2 si farà? Cosa sappiamo finora

Ci sarà una nuova indagine per il vice questore Elena Zanin? Come evolverà il suo rapporto con l’ex Daniele? Domande destinate a rimanere senza risposta, almeno fino ad oggi. Al momento non ci sono conferme ufficiali su una seconda stagione da parte della Rai e di Paypermoon, la società di produzione dietro il thriller poliziesco diretto da Ciro Visco.

D’altronde i toni cupi del racconto e una tematica non certo facile da digerire per la televisione generalista non hanno certo un impatto immediato. A far ben sperare i fan è però un messaggio che Vittoria Puccini ha postato sui social prima del finale. L’attrice spiega di avere a cuore un progetto come Non mi lasciare perché “affronta una tematica difficile quanto importante, quella della pedopornografia online”.

“Ogni anno centinaia di bambini spariscono nel nulla, in Italia e in Europa – scrive Puccini –. Alle donne e agli uomini della polizia postale è richiesta una grande sensibilità, oltre alla capacità investigativa, per ritrovarli e dargli la possibilità di ricominciare a vivere una vita degna di questo nome. I pericoli del web vanno conosciuti e i nostri figli messi in guardia e protetti attraverso un costante controllo”.

Grazie alla Rai e alla produzione Paypermoon per aver avuto il coraggio di affrontare un argomento che tutti (genitori e figli) dobbiamo conoscere – conclude l’attrice –. Grazie al regista Ciro Visco per averlo trattato con così tanta sensibilità e umanità. Agli sceneggiatori Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli per aver scritto una storia ricca di tensione e colpi di scena, ma anche di tanta tanta emozione. Grazie a Alessandro Roia e Sarah Felberbaum, compagni di viaggio davvero speciali, e a tutte e tutti quelli che con la loro passione, la loro energia e il loro talento hanno contribuito a rendere questa esperienza davvero preziosa e unica”.

Alessandro Roia e Vittoria Puccini in una scena di Non mi lasciare
Alessandro Roia e Vittoria Puccini in una scena di Non mi lasciare

Non mi lasciare, Vittoria Puccini e Roia sulla seconda stagione

Puccini sembra quindi più che disponibile ad una seconda stagione. Molto dipenderà dai suoi prossimi impegni. L’attrice è attualmente impegnata sul set del film Il primo giorno della mia vita, l’adattamento che il regista Paolo Genovese ha tratto dal suo romanzo pubblicato da Einaudi. Con lei nel cast ci sono Toni Servillo, Margherita Buy, Valerio Mastandrea, Sara Serraiocco e Giorgio Tirabassi.

Inoltre Puccini affiancherà presto Pietro Sermonti e Mia Benedetta in Volare!, l’opera prima di Pier Paolo Paganelli. Un’altra storia di infanzia negata, speranza e riscatto: quella di una ragazzina orfana e sordomuta che, fuggita dalla terribile vita in istituto, trova l’affetto che non ha mai ricevuto in una famiglia di circensi.

Dal canto suo, Roia ha rivelato in un’intervista a TV Sorrisi e Canzoni di “non essere un fan della lunga serialità”, ma anche che “per ora non ho altre fiction in ballo. Però ho in uscita la nuova versione di …Altrimenti ci arrabbiamo!, ma non posso svelare di più”. L’eventuale ritorno sul set per Non mi lasciare non è quindi da escludere.