È morta Alessandra Valeri Manera, l’autrice di Kiss Me Licia e Occhi di gatto: l’addio di Cristina D’Avena

La cantante, da lei scoperta e valorizzata, la ricorda così: "Sei stata la penna magica che ha dato voce ai miei sogni"

0
723
Alessandra Valeri Manera e Cristina D'Avena
Alessandra Valeri Manera e Cristina D'Avena (foto: Instagram @cristinadavenaofficial)

Lutto nel mondo della televisione: è morta all’età di 67 anni Alessandra Valeri Manera, la curatrice di Bim Bum Bam e Ciao ciao, produttrice artistica della tv dei ragazzi di Fininvest e autrice dei testi di sigle storiche dei cartoni animati degli anni Ottanta e Novanta, da Occhi di gatto a L’incantevole Creamy. Figlia dell’industriale Mario Valeri Manera e di Maria Vittoria Gaggia, discendente di una delle famiglie più ricche di Venezia, l’autrice è stata responsabile della programmazione per i giovanissimi delle reti Mediaset dal 1980 al 2001.

Alessandra Valeri Manera, morta autrice di Bim Bum Bam

Nata a Milano nel 1956, Valeri Manera è scomparsa a Rapallo, in provincia di Genova, chiedendo che la notizia della sua morte venisse divulgata soltanto in un secondo momento. Il suo contributo alla storia dello spettacolo e del costume italiani è stato fondamentale. A lei si devono il contenitore Bim Bum Bam condotto da Paolo Bonolis, la nascita di Uan e la scoperta di Cristina D’Avena, di cui fu paroliera di quasi tutte le canzoni. Dall’incontro tra le due sono nate sigle rimaste nella memoria del pubblico e cantate ancora da più generazioni, da Kiss Me Licia a Magica Doremì.

Nel corso della sua carriera ha collaborato con numerosi compositori come Augusto e Giordano Bruno Martelli, Vince Tempera, Detto Mariano, Alberto Baldan Bembo, Piero Cassano, Ninni Carucci, Massimiliano Pani, Enzo Draghi, Chicco Santulli, Gino De Stefani, Paolo Marino, Fabrizio Baldoni, Mario Pagano, Silvio Amato, Valeriano Chiaravalle, Franco Fasano, Max Longhi, Giorgio Vanni, Cristiano Macrì, Danilo Aielli, Maurizio Perfetto e Antonio Galbiati. Spesso usava il nome d’arte Alinvest ed è stata criticata per gli adattamenti non proprio fedeli di manga e anime (a detta degli appassionati stravolti su pressione del Moige) e delle sigle ridotte all’osso su volere di Fininvest per non pagare diritti ai musicisti esterni.

Alessandra Valeri Manera: l’addio di Cristina D’Avena

“Ciao Ale, ciao amica mia, amica di mille avventure – scrive Cristina D’Avena in un post apparso sul suo profilo Instagram –. Ti scrivo solo oggi… Non sai quanto è stato difficile dover attendere nell’esprimere le mie emozioni ma ti ho voluta rispettare anche quest’ultima volta. Sono trascorsi più di 40 anni da quel giorno in cui i nostri cammini si sono incrociati e da allora non ci siamo mai separate. Abbiamo condiviso momenti indimenticabili”.

“Sei stata, sei e sempre sarai parte della mia vita – conclude la cantante –. Sei stata la penna magica che ha dato voce ai miei sogni, l’amica fidata sempre pronta a darmi consigli e a proteggermi. Hai illuminato il mio percorso con maestria, dolcezza, dedizione e hai colorato l’infanzia con i colori dell’arcobaleno. Ora che hai spiccato il volo verso un nuovo cielo, continuerai a vivere in ogni nota e in ogni parola che hai scritto per me. Mi manchi e non puoi nemmeno immaginare quanto mi mancherai…”.