Di cosa parla la commedia Vicini di casa con Claudio Bisio, Vittoria Puccini, Vinicio Marchioni e Valentina Lodovini

1
24
vicini di casa con claudio bisio

Non solo Natale: dal 1° dicembre, infatti, troveremo nelle sale una nuova promettente commedia dal nome Vicini di casa con Claudio Bisio, Vittoria Puccini, Vinicio Marchioni, Valentina Lodovini e altre facce amiche…

Ma innanzitutto vediamo la trama: Giulio e Federica (Claudio Bisio e Vittoria Puccini) stanno insieme da molti anni ma il loro matrimonio non funziona più come una volta. A malapena si parlano e solo per punzecchiarsi, i conflitti quotidiani sono diventati la norma.
Una sera Federica decide di invitare i nuovi vicini del piano di sopra, Laura e Salvatore (Valentina Lodovini e Vinicio Marchioni), una coppia affiatata, vitale, vivace e spesso “rumorosa”. I due faranno loro una proposta provocatoria che cambierà la sorte della serata con conseguenze sorprendenti…

vicini di casa con claudio bisio

Vicini di casa con Claudio Bisio nelle vesti di Giulio vede la regia di Paolo Costella, che dopo l’esperienza di Per tutta la vita e gli ultimi film scritti con Paolo Genovese e Gabriele Muccino, ha deciso di esplorare ulteriormente l’interno della coppia, le dinamiche relazionali che diventano espedienti per poter portare temi e storie umane sul grande schermo. “In questo film ho cercato di raccontare i sentimenti con ironia e umorismo, il punto di vista secondo me più adatto dal momento che Vicini di casa esplora la sfera più intima della coppia, usando il sess0 come chiave di lettura dei segreti e delle problematiche nella convivenza tra due esseri umani”

La scommessa, per il regista, è stata sin dall’inizio quella di affrontare i “non detti” di una coppia, anche quelli più provocanti e provocatori, senza falsi pudori, e senza rinunciare agli appuntamenti curiosi e divertenti che la storia offriva. “Ho provato a farlo attaccandomi alla verità: nella recitazione, grazie anche a quattro attori che pur avendo frequentato la commedia in misura e con ruoli diversi si sono venuti incontro raggiungendo una felice armonia; e nella
messinscena, calando il testo in un’ambientazione dal vero, al centro di Roma, e
muovendo i personaggi con azioni che avessero almeno lo stesso peso delle parole. Con
l’obiettivo di entrare nell’intimità di una coppia senza mai ridere alle spalle dei miei
personaggi ma sorridendo insieme dei loro imbarazzi e turbamenti

Intrigante no?

1 COMMENT