Pier Silvio Berlusconi si accorge che il Grande Fratello Vip è volgare: repliche censurate, Signorini rimprovera i concorrenti

Caos al reality di Canale 5, il conduttore avverte i "vipponi": "Quando l'atteggiamento diventa violento o aggressivo e i contenuti poco intelligenti, ci sarà l'espulsione immediata"

2
237

Da programma di punta in casa Mediaset a trasmissione non grata: è la parabola del Grande Fratello Vip 7, l’edizione 2023 cominciata lo scorso settembre e pronta ad andare avanti fino al 3 aprile. A far calare il veto sul talent condotto da Alfonso Signorini è niente meno che Pier Silvio Berlusconi. La puntata del Grande Fratello Vip del 2 marzo è finita sotto accusa per eccesso di volgarità e i vertici del Biscione hanno deciso di cancellare sia la replica da La5 che ogni riferimento dai siti web e social.

Grande Fratello Vip 7: Pier Silvio Berlusconi si incazza

Signorini ha ripreso i concorrenti nella puntata andata in onda martedì 6 marzo. “Il reality non può essere per sua natura un programma politicamente corretto – ha esordito il conduttore –, deve essere invece un programma che aderisce nel bene e nel male alla realtà”. Quella che definisce la “difficoltà” di questo talent è “il rispetto del limite, pure in un programma così come può essere il Grande Fratello Vip”. E i vipponi hanno  superato questo limite.

A mandare su tutte le furie Berlusconi sono state le parolacce, l’atteggiamento aggressivo e persino il modo di vestire dei partecipanti, con abiti “indecorosi per una prima serata di Canale 5”.

“Non è solo il problema di una puntata difficile come la scorsa puntata, è un problema sul quale voi siete stati attenzionati più volte nel corso di questa edizione – ha ricordato Signorini –. Quante volte vi ho richiamati all’ordine? Quante volte abbiamo preso insieme al Grande Fratello dei provvedimenti duri, l’ultimo la riduzione del budget? Ma ce ne sono stati parecchi, mai come in questa edizione. La scorsa è stata una puntata che ha segnato il superamento di un limite, al punto che l’editore di questa azienda è intervenuto direttamente manifestando il suo disappunto molto forte riguardo al mancato rispetto di questi limiti”.

Alfonso Signorini
Alfonso Signorini (foto: MediasetPlay)

Pier Silvio Berlusconi contro Signorini per il Gf Vip

A nome dell’editore e di Mediaset e credendo che sia un gesto “doveroso”, Signorini ha invitato i partecipanti a “chiedere scusa al pubblico che ci guarda perché avete e abbiamo dato un brutto spettacolo”. È una questione di “percorso” per il conduttore.

“Vogliamo tornare a essere un esempio di televisione – ha aggiunto –, che continua a non prendersi sul serio, che continua nella sua leggerezza, però una televisione garbata, civile, senza essere accusato nel mio caso di essere un inquisitore o una signorina Rottermeier, come spesso mi dicono, ma semplicemente il mio è un richiamo alle norme delle buone educazione, di cui la televisione deve farsi portavoce”.

Da qui la decisione definitiva: qualsiasi infrazione “a questo genere di discorso” non sarà più tollerata. “Quando l’atteggiamento diventa violento o aggressivo – ha concluso Signorini – e i contenuti sono poco maturi e intelligenti, ci sarà l’espulsione immediata”.

2 COMMENTS