Oscar 2024, Oppenheimer è il miglior film: ecco tutti i vincitori

Il vincitore per il miglior film straniero è "La zona d'interesse": nulla da fare per "Io capitano" di Matteo Garrone

1
1436
Cillian Murphy in una scena di Oppenheimer
Cillian Murphy in Oppenheimer (foto: Universal Pictures)

È andato tutto secondo i pronostici della vigilia: nessuna sorpresa tra i vincitori, è Oppenheimer di Christopher Nolan il dominatore assoluto degli Oscar 2024. Nella cerimonia di premiazione dal Dolby Theatre di Hollywood, trasmessa in diretta da Rai 1 con la conduzione di Alberto Matano, il biopic sul fisico padre della bomba atomica vince 7 statuette. Oppenheimer è il miglior film e ha i migliori regista, attore protagonista (Cillian Murphy) e non protagonista (Robert Downey Jr.), fotografia (Hoyte van Hoytema), montaggio (Jennifer Lame) e colonna sonora (Ludwig Göransson).

Oscar 2024: miglior film Oppenheimer di Nolan

Sconfitto Io capitano di Matteo Garrone: l’Oscar per il miglior film internazionale va a La zona d’interesse di Jonathan Glazer, che porta a casa anche la statuetta per il miglior sonoro di Tarn Willers e Johnnie Burn. “È stato un viaggio fantastico, una grande avventura – dichiara Garrone –. Ringrazio tutti coloro che ci hanno supportato in Italia in questo periodo, che hanno tifato per noi, i partner produttivi Rai Cinema e Pathé, il MIC, e tutti coloro che hanno seguito il film e lo hanno amato. Tutte le persone che lo hanno visto nei cinema del mondo e ci hanno regalato grandi emozioni. E il viaggio non finisce qui perché ad aprile andremo in Senegal dove tutto è iniziato e porteremo il film nei villaggi più remoti con degli schermi mobili”.

Povere creature! di Yorgos Lanthimos, l’adattamento del romanzo di Alasdair Gray vincitore del Leone d’oro a Venezia 80, ottiene quattro Oscar. Su tutti spicca quello a Emma Stone come miglior attrice protagonista nel testa a testa con Lily Gladstone, la star di Killers of the Flower Moon di Martin Scorsese, rimasto a bocca asciutta. Per il resto, Poor Things conquista i premi per le scenografie di James Price, Shona Heath e Zsuzsa Mihalek, il trucco di Nadia Stacey, Mark Coulier e Josh Weston e i costumi di Holly Waddington.

Emma Stone è Bella Baxter in Povere creature!
Emma Stone è Bella Baxter in Povere creature! (foto: Atsushi Nishijima/The Walt Disney Company Italia)

Oscar 2024, vincitori confermano pronostici

Barbie, il campione d’incassi della stagione con 1,4 miliardi di dollari incassati al box office internazionale, vince soltanto per la migliore canzone, What Was I Made For? di Billie Eilish e Finneas O’Connell. Ma la commedia di Greta Gerwig è protagonista per tutta la serata con una serie continua di riferimenti, battute e ammiccamenti e le esibizioni di Eilish e soprattutto di Ryan Gosling. L’attore regala il momento più divertente e spettacolare della cerimonia con una travolgente performance di I’m Just Ken, accompagnato alla chitarra da Slash dei Guns N’ Roses.

L’unico Oscar per The Holdovers – Lezioni di vita di Alexander Payne va alla rivelazione Da’Vine Joy Randolph, premiata come migliore attrice non protagonista. Significativi gli Oscar assegnati per le migliori sceneggiature: il premio a quella originale va a Justine Triet e Arthur Harari per Anatomia di una caduta, quello per la sceneggiatura adattata a Cord Jefferson per American Fiction. È l’anno d’oro del Giappone al cinema: il Paese del Sol Levante conquista le statuette per il miglior film d’animazione con Il ragazzo e l’airone del maestro Hayao Miyazaki e per i migliori effetti speciali con Godzilla Minus One.

Oscar 2024, vittoria per Wes Anderson

Wes Anderson batte la concorrenza e con il suo La meravigliosa storia di Henry Sugar, adattamento del racconto di Roald Dahl disponibile su Netflix, vince l’Oscar per il miglior cortometraggio live action. Nelle altre categorie, la statuetta per il miglior corto animato va a War Is Over! Inspired by the Music of John and Yoko di Dave Mullins e Brad Booke; il miglior documentario è 20 Days in Mariupol di Mstyslav Chernov; il miglior cortometraggio documentario The Last Repair Shop di Ben Proudfoot e Kris Bowers.

Ventiquattro ore prima degli Oscar, sono stati assegnati pure i Razzie Awards 2024 ai peggiori film della stagione. Il maggior numero di lamponi dorati, ben quattro, è andato all’horror Winnie-the-Pooh – Sangue e miele di Rhys Frake-Waterfield. I Razzie per i peggiori attori vanno a Jon Voight e Sylvester Stallone (rispettivamente come peggior protagonista per Mercy e come peggior non protagonista per I mercenari 4) e quelli per la peggiore attrice entrambi a Megan Fox, vincitrice per Johnny & Clyde come protagonista e per il quarto capitolo di Expendables come non protagonista.

1 COMMENT