Memo Remigi licenziato dalla Rai: ha palpeggiato Jessica Morlacchi a Oggi è un altro giorno [VIDEO]

Fatale al crooner la palpatina all'ex cantante dei Gazosa: lui si difende e dichiara di non essere un "vecchio libidinoso"

0
390

Bufera su Memo Remigi. Il cantante è stato prima sospeso e poi licenziato dalla Rai per aver palpato il fondoschiena di Jessica Morlacchi in diretta durante la puntata di Oggi è un altro giorno andata in onda il 21 ottobre. La decisione è arrivata in seguito alla segnalazione dell’ex leader dei Gazosa, al clima teso dietro le quinte e alle parole di Serena Bortone sull’accaduto. In apertura della puntata del talk show di giovedì 27 ottobre, la conduttrice ha dichiarato che Remigi “si è reso responsabile di un comportamento che non può essere tollerato: in questo programma, in quest’azienda e in nessun luogo. Per rispetto verso Jessica abbiamo mantenuto il riserbo, ma ora che l’episodio è diventato di dominio pubblico, il pubblico ha il dovere di sapere”.

Memo Remigi palpa Jessica Morlacchi: il video

La “toccatina” di Remigi, non nuovo a “scandali” e confessioni piccanti come i retroscena che ha raccontato sulla sua relazione con Barbara D’Urso, è diventata virale quando il video è stato postato sui social. La Rai ha subito risolto il contratto con il cantante, affidando ad un comunicato le motivazioni di questa scelta.

“A seguito di un comportamento in violazione del Codice Etico dell’Azienda – si legge in una nota di viale Mazzini – la Direzione Day Time aveva già deciso lo scorso sabato 22 ottobre la sospensione delle presenze nella trasmissione che è stata comunicata all’interessato. La Commissione stabile per il Codice Etico dell’Azienda ha confermato la violazione delle norme”.

Dal canto suo, già nelle ore successive all’esplosione del caso, Remigi si sta giustificando parlando di un gesto scherzoso, non certo di una molestia. Il crooner ha concesso la prima intervista a Fanpage, spiegando che nel cast fisso di Oggi è un altro giorno c’è “un’atmosfera goliardica” e il suo “è stato un gesto involontario”.

“Io cercavo di sistemare il microfono dietro, che era caduto dalla cintura – chiarisce Remigi –. Gli ho messo la mano dietro perché stava cadendo questo microfono e scherzando gli ho dato la pacchetta sul sedere. Ma non entriamo nei particolari, dico solo che non avevo nessuna intenzione di essere un uomo libidinoso, ho l’età che ho e non sono mai stato questo tipo di persona”.

“Io mi sono scusato – aggiunge l’ex Propaganda – e mi dispiace che Jessica in questo caso sia un po’ la vittima di questa situazione. Non avevo alcuna intenzione di metterla sul piano della volgarità e della violenza su di lei. È stata una cosa goliardica, ci si danno pacche sulle spalle e qualche volta anche sul sedere. Se guardiamo cosa succede per davvero in televisione, non mi sembra che sia stato questo grande scandalo”.

Jessica Morlacchi e Memo Remigi a Oggi è un altro giorno
Jessica Morlacchi e la “tempesta ormonale” di Memo Remigi, come l’ha definita Striscia la notizia

Jessica Morlacchi, Memo Remigi: “Era già successo”

Intervenuto a La Zanzara su Radio 24, Remigi rivela che la pacca sul fondoschiena è un segno di “buona trasmissione” che era già accaduto con la Morlacchi durante le prove. “C’è un rapporto di amicizia e goliardia tra noi – precisa il cantante –. Non ho mai molestato nessuno e la sto provando a contattare ma non risponde. Non capisco perché. Forse c’è rimasta male ma abbiamo sempre giocato e scherzato anche per rendere più piacevoli i rapporto. Cazzo, scrivi sui social qualcosa e dì che Remigi non è un vecchio libidinoso”.

“Io vecchio porco? Posso dire di essere vecchio ma non porco – commenta il cantante 84enne –, è ingiusto che mi si accusi di questa stronzata, qui stanno montando una cosa al di fuori della normalità. Non esageriamo”. Infine, Remigi ha pubblicato su Facebook un post ufficiale di scuse a Jessica Morlacchi e a tutti i telespettatori e le telespettatrici, a Serena Bortone e a tutta la squadra di Oggi è un altro giorno per essere stato “protagonista di questo evento increscioso”.

Tuttavia, Remigi puntualizza che “quanto accaduto, sicuramente mal riuscito rispetto ai suoi intenti, era soltanto un gesto innocente e scherzoso nei confronti di una stimata collega di lavoro. La mia storia, nota a tanti, racconta del rispetto che ho sempre avuto per il genere femminile per il quale ho scritto la maggior parte delle mie canzoni”.

“Mai avrei compiuto un gesto che, ripeto, aveva un intento esclusivamente ludico – conclude Remigi – e che non avrei mai pensato potesse essere equivocato in qualcosa di molto più grave. In tutti questi mesi abbiamo lavorato in un clima sereno, goliardico e spensierato che ci ha permesso di scherzare insieme durante le dirette del programma”.