Gianmarco Tognazzi contro Walter Ricciardi: feroce scontro sulle mascherine

L'attore posta sui social una foto con il pubblico alla proiezione di "C'era una volta il crimine" e la viro-star risponde: è polemica

0
128
Gianmarco Tognazzi e Massimiliano Bruno in un incontro col pubblico in sala e Walter Ricciardi
Gianmarco Tognazzi e Massimiliano Bruno in un incontro col pubblico in sala e Walter Ricciardi

Gianmarco Tognazzi non le manda a dire a chi vuole impedire ogni ritorno alla normalità, anche se occupa posizioni di rilievo come Walter Ricciardi. I social sono il terreno di scontro tra l’attore e l’igienista, protagonisti di un duro confronto sulle misure di sicurezza anti-Covid. Tutto comincia quando Gimbo posta uno scatto di un incontro col pubblico avvenuto in un cinema di Roma.

Gianmarco Tognazzi e Walter Ricciardi: scontro su Twitter

Tognazzi è nelle sale con C’era una volta il crimine, il terzo e ultimo capitolo della trilogia di Massimiliano Bruno, al cinema dal 10 marzo. “Grazie. Che bello trovare ad accoglierci la sala piena per vedere insieme C’era una volta il crimine. Grazie pubblico!!! W il cinema in sala!!!”, scrive l’attore pubblicando una foto che lo ritrae insieme a Bruno e gli spettatori.

La replica di Ricciardi è immediata: “Se vi metteste tutti le mascherine sarebbe meglio e potremmo continuare a farlo”. Un commento che fa infuriare Tognazzi: “Per sua informazione le mascherine sono state tolte sia da noi che da qualche ragazzo del pubblico esattamente per il tempo strettamente necessario per lo scatto di questa foto. Il suo commento è a dir poco ridicolo tanto quanto il suo pensiero”.

A quel punto il consigliere del ministro della Salute, già capo dell’Iss e al lavoro per aziende produttrici di vaccini e farmaci tra il 2007 e il 2012, prova a gettare acqua sul fuoco: “Caro Tognazzi, lo dico da suo ammiratore, quindi nessuna prevenzione, solo la constatazione di un gesto tecnicamente sbagliato e pericoloso, si può togliere la mascherina per una foto ma rispettando la distanza, cosa che non avete fatto, tutto qui”.

La polemica è ormai innescata e Tognazzi non si tira indietro: “Quindi sta dicendo la norma attuale che prevede la possibilità di consumare in sala è sbagliata, visto che per farlo bisogna necessariamente abbassarla e anche in quel caso non vi è certezza del rispetto della distanza, o vale solo per i 10 secondi di quella foto?”.

Un primo piano di Gianmarco Tognazzi
Gianmarco Tognazzi (foto: Facebook @gianmarco.tognazzi1)

Walter Ricciardi e Gianmarco Tognazzi: flame su Twitter

Fautore di un lockdown eterno, Ricciardi tira in ballo il giallo dello scorso gennaio avvenuto su un volo Italia-India partito da Milano: 125 persone a bordo, alla partenza tutte negative, sono risultate positive al Covid. L’igienista napoletano, con un passato da attore accanto a Mario Merola, è perentorio: “Sì, ogni concessione alla circolazione del virus, soprattutto con Omicron 2, è pericolosa. Su un aereo, pur con la filtrazione dell’aria, si sono contagiati tutti per aver abbassato le mascherine per mangiare, mascherine e distanza di sicurezza prevengono le infezioni”.

Ma Gimbo non ci sta e replica colpo su colpo: “Con rispetto le faccio presente che le regole e le norme le avete valutate e gestite voi, dicendo spesso tutto e il suo contrario, e comunque ci siamo sempre adeguati. Ora la prego di non fare l’ennesima Supercazzola proprio a me, che sono il figlio di colui che l’ha resa celebre”.

Sfiancato dall’attore, Ricciardi è messo alle corde e molla la presa: “Capisco quello che vuole dire, anche se io sono un consigliere non un decisore, in attesa di vederla sugli schermi, buona fortuna”.

Il tweet dello “scontro” tra Tognazzi e Ricciardi