Anna Marchesini ci lasciava quattro anni fa, Pippo Baudo rivela: “Era lei la mente del Trio”

Il conduttore ricorda l'attrice, scomparsa nel 2016 all'età di 62 anni

Anna Marchesini ha saputo regalare infinite risate al pubblico con la galleria dei suoi strepitosi personaggi. L’attrice era nata ad Orvieto nel 1953 e ci ha lasciati il 30 luglio del 2016: da anni era malata di artrite reumatoide. Eppure, fino all’ultimo, aveva continuato a lavorare e soprattutto a non prendersi troppo sul serio. Comica, scrittrice e imitatrice, aveva raggiunto il successo come parte del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez. Una celebrità ottenuta grazie ad un talent scout d’eccezione: Pippo Baudo.

Anna Marchesini, morte 4 anni fa: il ricordo di Baudo

A quattro anni dalla scomparsa della Marchesini, il decano dei conduttori televisivi la ricorda con affetto e tenerezza. Dalla sessuologa Merope Generosa alla signora Flora, dalla maga Amalia alla cameriera secca dei signori Montagnet, le sue caricature sono state davvero irresistibili.

“Anna era un’artista completa – spiega Baudo a Repubblica – perché sapeva fare tutto, ed era una donna di grandissima intelligenza, parliamoci chiaro era lei la mente del Trio. Tutti dotati di grande talento: Lopez era l’estroverso, se ne usciva sempre con idee spiritosissime. Solenghi era straordinario. Ma Anna sapeva tenere insieme la creatività”.

L’alchimia con Baudo è stata immediata sin dagli esordi. Il Trio debutta nel 1982 a Tastomatto. Poco dopo, arrivano le trasmissioni più importanti della Rai, da Domenica In a Fantastico 7, passando per il Festival di Sanremo.

“Quando facevano Fantastico – racconta il conduttore – mi chiamavano a cose fatte, preparavano gli sketch e poi mi chiedevano: ‘Ti piace o non ti piace?’. Anche se chiedevo un piccolo ritocco, non si offendevano mai. Li obbligai a fare gli sketch in diretta, come in teatro. Quanto ci siamo divertiti, era bello lavorare insieme”.

Anna Marchesini, Pippo Baudo, Massimo Lopez e Tullio Solenghi in una scena dei Promessi sposi
Anna Marchesini, Pippo Baudo, Massimo Lopez e Tullio Solenghi (foto: RaiPlay)

Anna Marchesini, malattia e sorrisi: “Era straordinaria e forte”

La Marchesini è stata una rivoluzionaria della comicità femminile con Franca Valeri e Bice Valori. Una donna brillante e camaleontica, ma soprattutto sempre “al servizio dei personaggi”. “Quando il Trio mi chiamò per la parodia dei Promessi sposi – ricorda Baudo – non ho avuto un dubbio, era una follia ma mi fidavo di loro. Non eravamo colleghi, eravamo amici”.

La sua ultima apparizione è del 2014, quando ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa, con la consueta brillante ironia scherzò su tutto, anche sulla morte.

“Era straordinaria, forte, scriveva benissimo – conclude il presentatore – ma è stata una donna molto sfortunata dal punto di vista sentimentale. Mi ricordo quando mi chiamò: ‘Pippo scendi che dobbiamo brindare, mi sono sposata’. Mi sono subito preoccupato, lei era innamoratissima ma poi il matrimonio finì. Anna era legatissima alla figlia, ha resistito a vivere di più, ha combattuto la malattia – era devastata dall’artrite reumatoide – per Virginia. La adorava, avevano un rapporto bellissimo. Anche in questo è stata unica, ha sempre sdrammatizzato”.