I film al cinema dall’1 febbraio: da Argylle a Te l’avevo detto

Sette le novità che si affacciano sugli schermi, ma l'imperdibile è "How to Have Sex" di Molly Manning Walker

0
1586
Argylle - La super spia, How to Have Sex e Te l'avevo detto, tre dei nuovi film al cinema dall'1 febbraio 2024

Sono sette i nuovi film al cinema dall’1 febbraio. Il secondo mese del 2024 si apre con il biopic The Warrior e il giallo Argylle che ottengono il maggior numero di schermi, mentre al box-office è testa a testa tra Povere creature! e Tutti tranne te, usciti il 25 gennaio. Come al solito, la settimana si è aperta con una serie di uscite speciali. Per tre giorni, dal 29 al 31 gennaio, è rimasto al cinema Cover Story – 20 anni di Vanity Fair, il documentario che ripercorre i primi vent’anni della rivista di moda, costume, cultura e spettacolo.

I nuovi film al cinema dall’1 febbraio

È andato forte al botteghino (quasi 100mila euro in due giorni) il doc Il bacio di Klimt, che indaga la storia e i misteri di uno dei dipinti più suggestivi, famosi e riprodotti del mondo. Fino al 4 febbraio è in sala Genoa comunque e ovunque, film-evento su storia, passioni e tifosi illustri del club più antico d’Italia. Infine, nei due weekend del 3 e 4 febbraio e del 10 e 11 febbraio, i più piccoli hanno a disposizione Pigiama Party! Carolina e Nunù alla grande festa dello Zecchino d’Oro, con Carolina Benvenga, l’asinello e le voci del Piccolo Coro dell’Antoniano. Per il resto, ecco la regolare programmazione con tutti i film al cinema dall’1 febbraio.

Argylle – La super spia

Il romanzo best seller di Elly Conway, edito da Mondadori, diventa un vero e proprio film con Bryce Dallas Howard nei panni della scrittrice e Sam Rockwell in quelli della spia Aidan, chiamati a fermare la Divisione, una potente organizzazione che vuole impedire la diffusione dei suoi libri. In realtà, Elly è Rachel Kelly alias Argylle, il nome in codice della più grande spia del mondo… Matthew Vaughn firma un intrigo internazionale pieno di battute, sparatorie, viaggi e inseguimenti: il problema è che il tutto è decisamente dimenticabile. Nel cast Dua Lipa, Henry Cavill, John Cena, Bryan Cranston, Samuel L. Jackson e Sofia Boutella.

Il trailer di Argylle – La super spia

The Warrior – The Iron Claw

Da Sean Durkin, il regista di The Nest – L’inganno e La fuga di Martha, il biopic che porta sugli schermi la storia vera dei Von Erich, la famiglia “maledetta” che ha segnato la storia del wrestling. Zac Efron, Jeremy Allen White e Harris Dickinson sono i fratelli Kevin, Kerry e David, volti simbolo della WCCW dei primi anni Ottanta; Holt McCallany è il burbero patriarca Fritz; Maura Tierney e Lily James arricchiscono il cast femminile. Una ricostruzione accurata, commovente e profondamente amara di legami familiari, violenza fisica e massacri psicologici.

Il trailer di The Warrior – The Iron Claw

How to Have Sex

Tara (Mia McKenna-Bruce), Em (Enva Lewis) e Skye (Lara Peake) sono tre amiche inglesi che hanno finito le superiori e arrivano a Creta per una vacanza tutto sballo e divertimento sfrenato. Taz, in particolare, vuole perdere a tutti i costi la verginità: per la sua prima volta, però, dovrà fare i conti con una dimensione inattesa e dolorosa. L’esordio di Molly Manning Walker, vincitore della sezione Un Certain Regard a Cannes 76, è uno dei titoli più sorprendenti della passata stagione: un impietoso racconto di formazione su consenso, pressione sociale e fragilità emotive di un’intera generazione. L’imperdibile della settimana.

Il trailer di How to Have Sex

Te l’avevo detto

Durante un fine settimana di gennaio, Roma è travolta da un’improvvisa ondata di caldo. All’inizio, in pieno inverno, il sole si rivela piacevole. Ma le temperature aumentano rapidamente fino a raggiungere livelli spaventosi, con il risultato che persone e animali cominciano a perdere il controllo. Ginevra Elkann intreccia diversi personaggi grotteschi (da una fanatica cattolica ad una ex pornostar, fino a un prete ex tossico e a un’alcolizzata) per una distopia fin troppo sopra le righe. Nel cast Valeria Bruni Tedeschi, Alba Rohrwacher, Valeria Golino, Danny Huston, Greta Scacchi, Riccardo Scamarcio, Andrea Rossi, Marisa Borini e Sofia Panizzi.

Il trailer di Te l’avevo detto

Prima danza, poi pensa – Alla ricerca di Beckett

La vita di Samuel Beckett (Gabriel Byrne) dall’infanzia al Nobel per la letteratura vinto nel 1969, passando per l’amicizia con James Joyce (Aidan Gillen) e l’amore per Suzanne Dechevaux-Dumesnil (Sandrine Bonnaire), la lotta antinazista nella Resistenza francese durante la Seconda guerra mondiale e l’affaire con Barbara Bray (Maxine Peake). James Marsh, il regista inglese specializzato in biopic come Man on Wire e La teoria del tutto, dedica un asciutto e appassionato ritratto ad uno degli scrittori più influenti del Novecento: a risaltare sono soprattutto le performance eccezionali di Byrne e Gillen.

Il trailer di Prima danza, poi pensa – Alla ricerca di Beckett

Una bugia per due

Louis (Vincent Dedienne) è un uomo simpatico e tranquillo. È così gentile che quasi nessuno fa caso a lui, in famiglia, tra gli amici e sul lavoro. Quando scopre di avere il cancro, lo sguardo delle persone che fanno parte della sua vita cambia sensibilmente. Per la prima volta, Louis si sente pieno di attenzioni. Addirittura lo studio legale per cui lavora gli affida un caso importante. Peccato che la diagnosi sia sbagliata: Louis è sano come un pesce, ma a questo punto gli conviene continuare a mentire. L’esordio alla regia dell’attore teatrale Rudy Milstein è una commedia dolceamara che colpisce nel segno, in perfetto equilibrio tra cinismo ed emozioni. Brillante il cast di contorno con Géraldine Nakache, Clémence Poésy, Isabelle Nanty e Sam Karmann.

Il trailer di Una bugia per due

Upon Entry – L’arrivo

L’urbanista venezuelano Diego (Alberto Ammann) e la ballerina spagnola Elena (Bruna Cusí) ottengono i visti per gli Stati Uniti e sono pronti a cominciare una nuova vita al di là dell’oceano. Appena sbarcati a New York, però, vengono scelti per un’ispezione approfondita da parte degli agenti dell’immigrazione. I pesanti interrogatori fanno venire a galla segreti che la coppia non si era mai confessata. I venezuelani Alejandro Rojas e Juan Sebastián Vásquez inchiodano il pubblico nel chiuso di una stanza e firmano un dramma iperrealista aspro e necessario.

Il trailer di Upon Entry – L’arrivo