Le confessioni di Ilary Blasi sulle emozioni: “Sembro cinica in TV”

0
294
libro di ilary blasi

Va detto, rispetto a molte sue colleghe che, alla guida di programmi e reality con vicende molto umane ed emotive, lei sembra sempre molto in controllo, molto ferma, quasi ‘algida’: attraverso le confessioni di Ilary Blasi a TV Sorrisi e Canzoni scopriamo che c’è un motivo dietro questa sua attitudine.

A volte sembro troppo cinica – racconta infatti la presentatrice de l’Isola Dei Famosianche davanti a qualcuno che si commuove o si fa male. Non è che non provo emozioni, faccio fatica a manifestarle – spiega – una sorta di pudore”. E non solo: i più aficionados avranno sicuramente notato, in certe occasioni, un atteggiamento buffo, tenero e molto alla mano della bella moglie di Totti: “Ormai ho perso ogni credibilità – racconta infatti ridendo –Sono un po’ goffa, e le gaffe le ho sempre fatte. Nella quotidianità quando parlo magari mi sbaglio, sono distratta. Anche a ‘Le Iene’ con Luca e Paolo e al ‘Grande Fratello Vip’ facevo un sacco di errori, chiamavo la gente con nomi diversi. Magari pensano che lo faccia apposta, ma io sono davvero così”.

Le confessioni di Ilary Blasi sulle emozioni: "Sembro cinica in TV"

Ma in queste confessioni di Ilary Blasi, a parte una simpatica auto-critica alle sue doti di show-woman, arriva anche il momento di riconoscere chi, durante la messa in onda del reality ambientato in Honduras, le fa’ da vero e proprio supporto: Vladimir Luxuria e Nicola Savino, la coppia di opinionisti che ha caratterizzato quest’ultima edizione. “Visto che ci sono loro – spiega – li sfrutto. Ormai sono diventati i miei badanti!”. Qualche antipatia? Qualche aria di ‘maretta’ con Alvin, con cui spesso ci sono frecciatine? C’è chi è pronto a scommettere che tra i due non corra buon sangue tipo Tiberio Timperi e Monica Setta… Ma i retroscena sembrano diversi: “Non è vero che non ci sopportiamo – racconta infatti la conduttrice – ci siamo sempre punzecchiati perché c’è molta confidenza tra noi, essendo amici da vent’anni”.

Un’ammissione finale, scherzosa e umile, ci da’ il quadro completo di una professionista del piccolo schermo che comincia a prendere le misure della sua carriera e del suo impegno, soprattutto dopo tanto tempo e con ritmi sempre serrati: “Certo, sono stanca di fare avanti e indietro tra Roma e Milano. Prima fino a mezzanotte reggevo, ora già dalle 22 inizio a dire cavolate, mettici poi anche l’età… Insomma, mi sa che tra un po’ mi dovrò ritirare perché non sarò più in grado di andare in onda!”.